Brescia, straripa torrente a causa del maltempo: evacuata popolazione

Violenti temporali in Valcamonica, scatenati dal maltempo: 40 persone evacuate e qualche ferito non grave. 

Maltempo in Valcamonica - Bolzano
Maltempo in Valcamonica – Bolzano

Sulla Valcamonica – a Bolzano – si sono verificati temporali di forte entità, che hanno fatto esondare il torrente Re. Registrato qualche ferito non grave ed evacuate 40 persone da Niardo e Braone.

Maltempo a Brescia, inondazione torrente in Valcamonica

Maltempo in Valcamonica, a Bolzano: i temporali hanno portato all’esondazione del torrente Re. Per questo motivo, 40 persone sono state evacuate da due paesini, ossia Niardo e Braone, che sono stati attraversati da fango e massi nelle vallate.

Sul posto sono giunti 50 vigili del fuoco al fine di garantire sicurezza agli abitanti. L’acqua, inoltre, ha portato – giù, dalla montagna – diversi massi di grosse dimensioni.

Nei paesi interessati dal maltempo, sono giunti anche volontari che – insieme ai Vigili del Fuoco – stanno dando una mano anche a Sondrio e Como, al fine di sgomberare le strade da detriti e fango accumulati.

A Ceto e Breno, sono stati allestiti due centri di raccolta per la popolazione, che è rimasta particolarmente colpita da quanto accaduto nelle ultime ore, anche se, grazie al tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco, la situazione sta lentamente tornando alla normalità.

Carlo Sacristani, sindaco di Niardo, ha rivelato che la pioggia ha iniziato a cadere dopo la mezzanotte e sembrava che si stesse verificando un terremoto a causa dell’elevato frastuono. Non era un sisma, bensì il torrente esondato che ha portato all’evacuazione dei cittadini. Il primo cittadino parla di “disastro“.

Maltempo in Valcamonica
Maltempo in Valcamonica – Nanopress.it

I danni provocati nei paesi colpiti dal nubifragio

La pioggia caduta in Valcamonica ha rilasciato al suolo circa 20 centimetri di acqua. Sono rimaste ferite tre donne, anche se lievemente, mentre una cinquantina di persone sono state evacuate dalle loro abitazioni.

In particolare, l’esondazione del torrente ha riguardato anche la Strada Statale 42 che collega i due paesi colpiti dal maltempo.

Le prime avvisaglie erano state registrate intorno alle 23.45. I danni agli edifici sono importanti e ingenti anche quelli alla ferrovia e a diverse abitazioni, nonché ad attività commerciali.

Sul posto, oltre ai Vigili del Fuoco e alla Protezione Civile, sul posto sono arrivate cinque ambulanze, che si sono occupate delle donne ferite, che sono anziane tra gli 80 e gli 85 anni. Le signore sono state trasportate agli ospedali di Lovere ed Esine.

Si attende una stima più precisa dei danni causati dal maltempo nelle scorse ore nei vari paesi interessati da vento, pioggia e nubifragi.