Bonus agosto 2022, ti “regalano” 184 euro al mese per sempre: italiani al settimo cielo

Sappiamo tutti, al giorno d’oggi, quanto sia difficile restare al passo con gli aumenti del costo della vita che si stanno verificando in questo periodo. Ecco, tuttavia, i bonus previsti su pensioni e buste paga che interesseranno molte delle famiglie italiane.

Bonus agosto 2022
Bonus agosto 2022 – Nanopress.it

In seguito alla crisi economica causata dai due anni di pandemia da Covid-19, l’aumento dell’inflazione e del costo delle materie prime derivante dal conflitto tra Russia e Ucraina, molte delle famiglie italiane hanno assistito a un netto peggioramento della loro situazione finanziaria.

Il governo in carica, tuttavia, in questi mesi ha provveduto a dare una mano alle persone più in difficoltà grazia al decreto “Aiuti”, alla diminuzione delle accise su diesel e benzina e al cosiddetto “bonus 200€“, erogato nello scorso mese di luglio.

Scopriamo insieme, a tal proposito, quali sono i punti focali del decreto “Aiuti bis” di agosto, e a chi è destinato l’aumento di 184€ previsto da tale manovra che sostituirà il suddetto bonus.

Bonus per stipendi e pensioni

Nonostante abbia rassegnato ufficialmente le proprie dimissioni, il presidente Mario Draghi è attualmente ancora in carica e, con il suo governo, sta continuando a lavorare per migliorare la situazione economica degli italiani. Ed è proprio questo, infatti, lo scopo del decreto “Aiuti bis” di agosto.

A partire dal mese in corso fino alla fine dell’anno verrà adottato un provvedimento semi-strutturale. Alle decontribuzione già attiva sulle buste paga, infatti, si andrà ad aggiungere un altro taglio del cuneo fiscale che porterà a un aumento degli stipendi.

I lavoratori che, ad esempio, ad oggi ricevono una busta paga da 2.500€ al mese, riceveranno un aumento di 184€; su una busta paga da 2.000€, invece, l’aumento sarà di 144€.

Aumento pensioni
Aumento pensioni – Nanopress.it

Il decreto “Aiuti bis” del mese di agosto prevede importanti novità anche per ciò che concerne le pensioni. In genere, infatti, nel mese di gennaio gli assegni pensionistici subiscono un aumento proporzionale a quello dell’inflazione; grazie all’ultima manovra del governo, quest’anno tale aumento arriverà già nel mese di settembre.

Categorie escluse dagli aumenti del decreto “Aiuti bis”

Come precedentemente accennato, dunque, lavoratori dipendenti e pensionati saranno i maggiori beneficiari degli aumenti previsti dal decreto “Aiuti bis”.

Ci sono delle categorie, però, che non rientreranno in tale manovra, come i liberi professionisti con partita IVA; coloro i quali ricevono il reddito o la pensione di cittadinanza; le casalinghe e gli inoccupati.

Autonomia lavorativa
Lavoratrice con partita IVA – Nanopress.it

Un altro tema molto importante del quale si è parlato molto che, però, non rientrerà nel decreto “Aiuti bis” è il taglio dell’IVA sui prodotti acquistabili nei supermercati.

Tale manovra avrebbe agevolato la spesa di milioni di famiglie italiane, ma ciò non è stato inserito nel provvedimento. Sono stati confermati, invece, il taglio delle accise riguardanti il carburante e il bonus bollette.

Aumenti
Aumenti pensioni e buste paga – nanopress.it