Bonus 200 euro torna anche ad ottobre, la conferma dall’INPS: come riaverlo

Tantissime famiglie si trovano in una situazione economica molto critica e complicata, a causa dei continui aumenti. La maggior parte degli italiani hanno difficoltà ad arrivare a fine mese perché il costo delle bollette è aumentato notevolmente, mettendo in gran difficolta milioni di persone. 

Bonus 200 euro
Bonus 200 euro -NanoPress.it

La situazione economica in Italia è sempre più grave. Proprio per questo motivo, l’INPS ha deciso di concedere nuove erogazioni del bonus 200 euro. Purtroppo, con la dura stangata delle bollette di ottobre e novembre per gli italiani è difficile perfino arrivare a fine mese. Anche andare a fare la spesa è un vero problema, perché le disponibilità economiche non bastano.

Ma ci sono buone notizie, con la pubblicazione in gazzetta ufficiale del Decreto Aiuti bis, il bonus 200 euro è stato esteso ad alcune categorie di lavoratori che prima non potevano usufruirne. Un sostegno forte e concreto per tutte quelle persone che in questo periodo sono sicuramente affrante dalle continue stangate: scopriamo di più.

Bonus 200, nuove erogazioni

Il caro bollette ha davvero cambiato la vita di tantissime persone, infatti, con l’arrivo di ottobre e novembre, la maggior parte degli italiani hanno dovuto cambiare le loro abitudini per adattarsi alle stangate delle bollette. 

Proprio per questo ritorna il bonus 200 euro per tutte quelle famiglie che hanno gravi difficoltà economiche. L’INPS si affretta ad erogarlo a chi aveva già diritto ma non l’ha ancora potuto percepire. Una novità è che può richiederlo anche chi ha la Partita IVA. 

Per fare domanda bisogna recarsi alle casse previdenziali di appartenenza. Ma uno dei requisiti fondamentali per il bonus da 200€ è che bisogna rientrare nei 35.000 euro di reddito. Inoltre, ci sono altre novità per altri pagamenti.

Bollette
Bollette -NanoPress.it

Bonus 200 euro: a chi spetta

C’è il bonus da 150€ che potrà essere chiesto sempre alla propria cassa previdenziale ma il reddito non deve superare i 20.000 euro. Il bonus da 200 euro, è stato esteso ad altre categorie che prima erano state fatte fuori, eccetto casalinghe e disoccupati.

A beneficiarne sono i collaboratori sportivi, precari della scuola, dottorandi e assegnisti. Sommando il bonus di 150 euro a quello di 200 euro si arriva a ben 350 euro, una cifra che contrasta gli aumenti del caro vita. 

Ma il nuovo Governo di Giorgia Meloni ha dichiarato di voler concedere altri sostegni per le famiglie italiane che stanno affrontando questo periodo difficile a causa della stangata dell’inflazione che sta mettendo a dura prova milioni di italiani che sono costretti ad affrontare spese insostenibili. 

INPS
INPS -NanoPress.it