Willy Duarte, nei guai il fratello maggiore dei Bianchi: “Incidente sotto effetto della droga”

Il maggiore dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi  – condannati in primo grado all’ergastolo per l’omicidio di Willy Duarte – avrebbe provocato un incidente, al ritorno da lavoro.

fratelli Bianchi
Fratelli Marco e Gabriele Bianchi – Nanopress.it

Alessandro Bianchi, secondo quanto riferisce Il Messaggero, sarebbe finito con il suo Doblò contro alcuni cartelli stradali. Nessun altro veicolo sarebbe rimasto coinvolto nello schianto.

Il fratello maggiore dei Bianchi nei guai

Sarebbe finito contro alcuni cartelli stradali mentre rientrava a casa dal lavoro. Protagonista di un incidente – fortunatamente senza conseguenze, né per sé né per altre persone – è il maggiore dei fratelli Bianchi, i due ‘gemelli’ Marco e Gabriele Bianchi, condannati in primo grado all’ergastolo per la morte di Willy Duarte.

Stando a quanto riferisce Il Messaggero, il fratello maggiore – noto ristoratore di Artena – avrebbe avuto un incidente con il suo furgoncino Fiat Doblò. Il 35enne è stato soccorso e medicato sul posto e ha riportato soltanto qualche contusione.

Sottoposto al test dell’alcol e droga, sarebbe risultato positivo a quest’ultimo. L’incidente sarebbe avvenuto intorno alle 6 del mattino di martedì scorso, all’incrocio che si trova tra piazza Garibaldi e viale Roma, nel centro di Velletri.

Il 35enne stava rientrando dal lavoro nel ristorante di sua proprietà ad Artena, quando si è schiantato con il Doblò. L’uomo sarebbe stato quindi denunciato per guida sotto effetto di stupefacenti.

La condanna dei ‘gemelli’ Bianchi

Il 30 settembre scorso sono state rese note le motivazioni della sentenza di condanna che -in primo grado – ha comminato una pena all’ergastolo per Marco e Gabriele Bianchi, i due fratelli accusati di aver ucciso Willy Monteiro Duarte, il 21enne di Paliano morto la notte del 6 settembre 2020 all’uscita da un locale a Colleferro, periferia di Roma.

Willy duarte
Striscione per Willy Duarte – Nanopress.it

Insieme a Marco e Gabriele Bianchi, sono stati condannati – in primo grado – due amici dei fratelli di Artena, Francesco Belleggia (a 23 anni) e Mario Pincarelli (a 21 anni).

Stando a quanto deciso dalla Corte d’Appello del Tribunale di Frosinone, quella notte, Willy sarebbe stato “colpito con un calcio frontale al petto, infertogli da Gabriele Bianchi, che lo colpì con un altro pugno mentre il 21enne tentò a fatica di rialzarsi.”

Nel contempo – sempre stando alla ricostruzione dei giudici – il fratello Marco bloccava  Cenciarelli, che stava provando a soccorrere l’amico, ormai inerme a terra.

I 4 indagati sarebbero poi fuggiti via, per dileguarsi con le rispettive auto, fino a quando – qualche ora dopo – non sarebbero stati fermati dalle forze dell’ordine per essere ascoltati.