Bollettino Covid, 11 marzo: 25.673 nuovi casi e 373 morti

Aumentano i contagi e i ricoverati negli ospedali: quattro Regioni potrebbero raggiungere settimana prossima il picco nelle terapie intensive. Dal 15, probabili nuove regioni in zona rossa

vaccino astrazeneca

Getty Images | Marco Mantovani

Secondo il bollettino del Ministero della Salute relativo alla giornata di oggi giovedì 11 marzo nelle ultime 24 ore i nuovi casi di Coronavirus sono stati 25.673 (ieri erano stati 22.409). I decessi registrati oggi sono stati 373 contro i 332 di ieri.

I tamponi effettuati sono stati 372.217 con il tasso di positività che si attesta al 6,9% (ieri 6,2%). L’aumento dei casi è dato dal maggior numero di tamponi fatti oggi (+11.177 rispetto a ieri).

Sale a 3.149.017 il numero totale di persone che sono risultate positive al Covid da inizio pandemia, mentre i morti salgono a 101.184. I guariti o dimessi totali sono ad oggi 2.550.483: +15.000 rispetto a ieri.
In Italia a oggi i positivi attualmente sono 497.350, +10.276 rispetto a ieri: un aumento conseguente al fatto che il numero di guariti + vittime non supera quello dei nuovi casi registrati oggi.

Sale ancora il numero pazienti ricoverati: nei reparti ordinari sono attualmente 23.247, +365 rispetto a ieri, mentre i casi gravi sono a oggi 2.859, +32 rispetto a ieri: i nuovi ingressi in terapia intensiva sono stati 266.

A oggi, sono più di 6 milioni gli italiani ai quali è stata somministrato il vaccino e 1.8 ha già ricevuto la seconda dose.

Bollettino 11/03: salgono i contagi, nuove zone rosse in arrivo

I numeri della giornata di oggi secondo il bollettino segnalano un aumento dei contagi e Regioni sempre più vicine alla sofferenza per quanto riguarda gli ospedali. Infatti, secondo i calcoli del Giovanni Sebastiani, dell’Istituto per le Applicazioni del Calcolo Mauro Picone del Consiglio Nazionale delle Ricerche, Lombardia, Campania, Abruzzo e la provincia autonoma di Trento settimana prossima raggiungeranno il picco di ricoveri nelle terapie intensive.

Questo significa che è probabile che sempre più regioni passino dall’arancione al rosso: domani l’ISS consegnerà al Ministero della Salute il report settimanale sul quale si baserà Speranza per prendere eventuali decisioni. Dal 15 marzo, è probabile che Lombardia, Marche, Emilia-Romagna e Trentino entrino nella fascia di maggior gravità, mentre Toscana e Abruzzo sarebbero vicine ai 250 casi ogni 100 mila abitanti ma dovrebbero rimanere ancora in zona arancione.

Lombardia sempre al primo posto

La Lombardia risulta anche oggi da bollettino la Regione con più casi, 5.849, che portano il totale a 650.633 da inizio pandemia; i decessi sono stati 81, 29.004 il totale.

Per quanto riguarda i nuovi positivi, seguono poi Campania (+2.981), Emilia-Romagna (+2.845), Piemonte (+2.322) e Veneto (+1.677).

In tre regioni non ci sono stati morti da Covid, ovvero Sardegna, Basilicata e Valle d’Aosta, mentre quelle che ne hanno contati di più dopo la Lombardia sono state Emilia-Romagna (45), Piemonte (29) e Campania (26).

Parole di Carlotta Tosoni

"Una cosa bella è una gioia per sempre" diceva John Keats. Provo ad applicare questi versi nella pratica cercando e studiando tutto ciò che è esteticamente e intellettualmente interessante. Infatti arte, bellezza e comunicazione sono sempre stati la mia guida nello studio, nel lavoro e nella vita: ricercare contenuti validi da esprimere in maniera piacevole e da comunicare efficacemente. Solo così si può provare a cambiare le cose. La mia formazione è stata economica e artistica, la scrittura il mio mezzo preferito per raccontare il mondo, le mie passioni la storia dell’arte, il beauty, lo sport. Dal 2020, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.

Da non perdere