Bollettino Covid-19, 24 novembre: 23.232 nuovi casi e 853 vittime

Nella giornata di oggi diminuiscono i ricoveri di pazienti Covid-19 in terapia intensiva e il rapporto tra tamponi e positivi scende al 12%

coronavirus covid-19 pronto soccorso medici

Getty Images | Emanuele Cremaschi

In aumento, rispetto alla giornata di ieri, i nuovi casi di contagio da Covid-19. Infatti, secondo il bollettino di oggi, martedì 24 novembre, del Ministero della Salute, i nuovi contagi sono 23.232, mentre ieri sono stati 22.930. In aumento anche le vittime. Nelle ultime 24 ore i decessi sono stati 853, mentre ieri erano 630.

Il rapporto tamponi positivi a Covid-19 al 12%

I tamponi effettuati sono 188.659, 39.714 in più di ieri, quando sono stati 148.945.
Il rapporto tamponi positivi è sceso oggi al 12% (più precisamente al 12,3%). Questo vuol dire che su 100 tamponi eseguiti 12 sono risultati positivi al Coronavirus. Ieri il rapporto era al 15%.

I soggetti positivi a Covid-19 dei quali si ha certezza sono 798.386, +1.537 rispetto a ieri. Il numero sale, conteggiando anche morti e guariti, a 1.455.022 positivi a Covid-19 dall’inizio della pandemia ad oggi.

Diminuiscono i ricoveri, anche nelle terapie intensive

Il totale di ricoverati con sintomi da Coronavirus oggi è arrivato a 34.577, -120 rispetto a ieri. I malati ricoverati per Covid-19 in terapia intensiva nelle ultime 24 ore sono 3.816, -6 rispetto alla giornata di ieri.

Le persone guarite o dimesse ad oggi sono 605.330, +20.837 rispetto alla giornata di ieri.

La Lombardia è anche oggi la Regione più colpita da Covid-19

Anche oggi la Lombardia è la Regione più colpita da Covid-19, con 4.886 nuovi casi di contagio. A seguire, sopra quota mille: Lazio (+2.509), Emilia Romagna (+2.501), Veneto (+2.194), Piemonte (+2.070), Campania (+1.746), Puglia (+1.567) e Sicilia (+1.306). Due Regioni oggi sono sotto quota 100 nuovi casi di Coronavirus: Valle d’Aosta (+73) e Molise (+71).

Le regole per i ricongiungimenti in vista del Natale

In vista del nuovo Dpcm del 4 dicembre, si lavora anche sul ricongiungimento tra parenti. Uno dei primi obiettivi del Governo sarebbe quello di consentire raggiungere parenti stretti, quindi genitori e figli, mariti e mogli e partner conviventi, che sono residenti altrove.

Niente vacanze sulla neve

Su questo punto il premier Giuseppe Conte è stato categorico: “Gli impianti sciistici non riapriranno”, nonostante le pressioni che arrivano dalle Regioni alpine. Queste, tra l’altro, hanno firmato un protocollo contenente le linee guida sulla prevenzione del contagio da Coronavirus da predisporre per la eventuale riapertura degli impianti durante la stagione invernale.

Cashback per il Natale: rimborso di 150 euro per chi paga con carta di credito

Il Governo, per incoraggiare i consumi natalizi, starebbe lavorando ad un nuovo cashback sulle spese con carta di credito, debito e altri strumenti tracciabili, effettuate durante il mese di dicembre.
Questo extra bonus sarà un rimborso del 10% fino a un massimo di 150 euro per acquisti nei negozi.

Il vaccino anti Covid-19 italiano è ben tollerato e induce risposta immunitaria

Il candidato vaccino dell’azienda di Castel Romano ReiThera induce risposta immunitaria nei soggetti sani di età compresa tra i 18 e i 55 anni.

Oggi l’azienda ha comunicato gli aggiornamenti sullo studio clinico di Fase 1, attualmente in corso. Durante questa fase il candidato vaccino è stato valutato su 90 volontari sani. Adesso si pensa ai soggetti più anziani, tra i 65 e gli 85 anni.

Parole di Benedetta Minoliti

Benedetta Minoliti, nata a Milano il 24 marzo 1993. Sono laureata in Lettere moderne all’Università degli Studi di Milano e diplomata presso la Scuola di Giornalismo dell’Università Cattolica di Milano. Non esco mai di casa senza le cuffie, ascolterei la musica anche mentre dormo e adoro scattare polaroid. Collaboro con AlaNews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.

Da non perdere