Cashback di Natale: forse un rimborso di 150 euro per chi paga con carta di credito

L'extra bonus sarà un rimborso del 10%, fino a un massimo di 150 euro, su acquisti in negozio pagati con carte e app di pagamento digitale

shopping natale

Foto Getty Images | Matthew Horwood

Per incoraggiare i consumi natalizi, il governo sta lavorando a un nuovo cashback sulle spese con carte di credito o debito e altri strumenti tracciabili effettuate durante il mese di dicembre. L’extra bonus sarà un rimborso del 10%, e fino a un massimo di 150 euro, su acquisti in negozio pagati con carte e app dei principali sistemi di pagamento digitale.

Tregua di Natale

Manca poco più di mese al primo natale con il coronavirus e le incertezze su come potremo celebrarlo sono ancora molte. Tra gli interrogativi aperti, c’è anche lo shopping natalizio, per il quale il governo ipotizza un temporaneo allentamento delle misure: dieci giorni di tregua sulle chiusura ridosso del Natale, per facilitare lo shopping e far respirare i consumi in picchiata a causa dell’emergenza coronavirus. Sono queste le ragioni che hanno spinto il governo ad anticipare le misure per incentivare i pagamenti digitali con possibilità di “rimborso” per i consumatori fino a 150 euro.

Il bonus di Natale

Il “bonus di Natale”, chiamato anche extracashback, rientra tra le misure a cui l’esecutivo lavora da più di un anno per portare nelle tasche dei consumatori che pagano con metodi tracciabili fino a un massimo di 3.450 euro nel 2021, sommando i vari rimborsi (extracashback, 300 euro di cashback e 3000 euro di super cashback).

Come funziona

Grazie al bonus di Natale, si potrà ottenere un rimborso di 150 euro a fronte di almeno 1.500 euro di spesa con carte di credito, di debito, bancomat, bonifici e app per smartphone. Per incentivare un maggior numero di transazioni, è probabile che venga prevista una soglia di almeno dieci operazioni durante il mese di dicembre per accedere al “rimborso”. Sono, però, esclusi gli acquisti online, in modo tale da favorire i commercianti colpiti dalle chiusure forzata imposte dal Dpcm.

I requisiti

I cittadini maggiorenni e residenti in Italia che vogliono partecipare al programma di cashback devono iscriversi all’app “Io della pubblica amministrazione” o ad altri sistemi convenzionati con la piattaforma PagoPa, accedendo tramite Spid. Sarà poi necessario registrare la carta di credito o il metodo di pagamento che vogliono utilizzare, comunicare il proprio codice fiscale e l’Iban del conto corrente, affinché i rimborsi vengano erogati direttamente sul conto.

Le date

E’ ancora presto per definire una data, ma è probabile che dall’inizio di dicembre si possano iniziare a effettuare gli acquisti validi per il cashback. I rimborsi potrebbero già essere erogati tramite bonifico sul conto corrente indicato a partire dalla fine di dicembre o nei primi giorni di gennaio.

Parole di Linda Pedraglio

Mi chiamo Linda Pedraglio. Sono nata e cresciuta in un piccolo paese vicino al lago di Como, ma, fra studio e lavoro, ho avuto modo di vivere città diverse: l’Erasmus a Helsinki, gli anni dell’università a Milano, il corso di giornalismo a Firenze. Sogno una piccola casa sul lago, piena di libri, che sono il mio affaccio sul mondo, e un orto di pomodori e peperoncini. Attualmente, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection, dove mi occupo di donne, salute e benessere, con qualche incursione nel percorso di emancipazione femminile.

Da non perdere