Belluno, bambino autistico scompare durante un’escursione con il padre: ritrovato dopo una notte di ricerche | Le sue condizioni

Padre e figlio erano in escursione sul Col Indes, nei pressi di Sant’Anna di Tambre, provincia di Belluno. Intorno alle 18 di venerdì  24 giugno l’uomo ha lanciato l’allarme e sono scattate le ricerche.

Bambino scomparso
Bambino scomparso – Nanopress.it

Il piccolo è stato avvistato dall’elicottero dei vigili del fuoco ed è già stato recuperato. Alle ricerche hanno preso parte centinaia di persone, tra volontari e professionisti.

A unirsi a loro anche il padre del piccolo Francesco, che ha seguito le perlustrazioni per tutta la notte insieme ai vigili del fuoco.

Bambino di 9 anni scompare durante un’escursione

Ore di apprensione quelle vissute da una coppia di origine vicentine, che intorno alle 18 di venerdì 24 giugno ha denunciato la scomparsa del figlio, un bambino di 9 anni, affetto da un disturbo dello spettro autistico.

Il bambino era uscito con il padre per una escursione in una zona boschiva sopra Tambre, nel bellunese, tra di Pian delle Laste a Col Indes.

Improvvisamente, mentre era distratto a controllare dei cartelli stradali, l’uomo ha perso di vista il figlio.

Dopo averlo cercato un po’ in zona, il padre di Francesco ha dato l’allarme.

Denunciata immediatamente la scomparsa del bambino alle autorità, sono immediatamente scattate le ricerche. 

Alle perlustrazioni– che sono andate avanti per tutta la notte – hanno partecipato oltre cento uomini, tra professionisti e volontari, oltre a unità cinofile molecolari.

Il campo base per le ricerche era all’agriturismo Monte Cavallo, il primo luogo dove il papà aveva controllato dopo la scomparsa, sperando che il figlio si fosse diretto lì.

Ritrovato: le sue condizioni

Questa mattina, dopo una notte di ricerche, il bambino è stato avvistato da un elicottero dei vigili del fuoco che stava sorvolando la zona in cui ieri pomeriggio era scomparso durante un’escursione con il padre.

Il piccolo Francesco sta bene ed è stato ritrovato in buone condizioni. Dopo un primo controllo medico da parte dei sanitari che sono accorsi sul posto con un’ambulanza, il piccolo è stato affidato ai genitori.

Prima del suo ritrovamento, la preoccupazione era tanta anche perché, in quelle zone di montagna, la temperatura nella notte scende, toccando i 10 gradi.