Batuffoli di cotone nelle piante, accade l’impensabile: l’insegnamento di un vivaista esperto

Ecco i motivi per cui bisognerebbe utilizzare del semplice cotone per avere delle piante sane e rigogliose.

Come far crescere le piante
Batuffoli di cotone nelle piante- Nanopress.it

“Come ci si libera delle erbacce che si formano nei vasi intorno a una pianta?”; “Ogni quanto bisogna innaffiare e concimare?”; “Come fare per rinvasare una pianta e darle il giusto apporto di acqua e nutrimenti?”: queste sono solo alcune delle domande che ci si pone regolarmente quando si possiedono delle piante, ma non si hanno particolari conoscenze in materia di giardinaggio.

Proseguendo la lettura dell’articolo, scopriremo come il cotone possa rivelarsi l’alleato perfetto per non riscontrare questi tipi di problemi. Ecco, dunque, come avere delle belle piante con pochi semplici passaggi e senza ricorrere a prodotti chimici.

I benefici del cotone per le piante

Il cotone può essere considerata un spugna naturale e, in quanto tale, è in grado di trattenere molto bene l’umidità per giorni e giorni. Non tutti sanno, inoltre, che il cotone impiega per degradarsi solamente da una a quattro settimane, divenendo così concime per le nostre piante.

Batuffoli di cotone
Cotone – Nanopress.it

Se disponiamo del semplice cotone idrofilo intorno a una qualsiasi pianta in vaso e, successivamente, la innaffiamo, per qualche giorno la pianta non avrà bisogno di alcun tipo di accortezza. Oltre a nutrire la terra, infatti, l’acqua e l’umidità trattenuta dal cotone servirà a dare alla pianta tutto ciò di cui ha bisogno. Questo processo, inoltre, impedirà anche la formazione di erbacce.

Attenzione, però, a posizionare il cotone distante dal tronco della pianta altrimenti, a causa dell’umidità trattenuta dal corone esso, e le radici, potrebbero marcire.

Orto, piante e giardino
Cura delle piante – Nanopress.it

Travasare le piante senza stress

Come precedentemente accennato, il cotone impiega pochissimo tempo a degradarsi e, in tale processo, diventa concime per la pianta, fornendo così a essa potassio, fosforo e nitrogeno. Per travasare una pianta senza crearle stress eccessivo basterà, dunque, prendere un vaso e riporvi all’interno della terra, alcuni batuffoli di cotone ai lati e ancora terra.

Travasare piante
Travasare piante – Nanopress.it

Successivamente, preleviamo la pianta con le radici dal vaso vecchio e riponiamola in quello nuovo aggiungendo, se serve, altra terra. Così facendo, grazie alla capacità del cotone di trattenere acqua e umidità, la pianta sarà in grado di autogestirsi, assimilando da sola la quantità di acqua di cui necessita.