Bagno, cosa accade al tuo corpo se ci vai più di una volta al giorno

Andare in bagno più di una volta al giorno è indice di un problema di salute molto serio. Ecco cosa si rischia.

bagno
Bagno – Nanopress.it

Durante la nostra giornata, ci sono momenti privati che necessitano di tutta la tranquillità possibile e immaginaria proprio per far in modo che il nostro corpo si liberi da tutte le tossine e quantità in eccesso.

Questo lo facciamo anche tramite la defecazione, ma molte volte ci sono delle situazioni in cui ci ritroviamo a dover scappare in bagno in momenti in cui non vorremmo mai andarci e ci troviamo in luoghi che non sono quelli di casa.

Bagno: ecco cosa si rischia ad andarci spesso

Durante questi episodi, quindi, siamo costretti nei casi più disperati a utilizzare la prima toilette che abbiamo a disposizione e a fare in modo che il nostro corpo si liberi e ci dia benessere.

Bagno: il rischio di andarci più volte al giorno
Andare in bagno più volte al giorno – Nanopress.it

Ma bisogna stare molto attenti non solo all’igiene del water che stiamo utilizzando ma anche a come possiamo fare in modo che dopo il bisogno possiamo avere un igiene intima perfetta, visto che non tutti i bagni sono attrezzati per questo.

Ci sono persone che inoltre, per via di un’alimentazione particolare o per problemi quali la colite o il colon irritabile sono soggetti a dover andare in bagno più di una volta al giorno rispetto la media.

Di solito, i momenti in cui si va in bagno sono di primo mattino, appena il nostro corpo si rimette in moto o subito dopo il pranzo o la cena. Ci sono anche alcuni alimenti che favoriscono questo momento.

Bagno: il rischio di andarci più volte al giorno
I problemi dell’andare in bagno frequentemente – Nanopress.it

Per esempio, è uso comune scappare spesso in bagno dopo aver bevuto un caffè ed essersi fumati una sigaretta, oppure dopo aver mangiato alcuni alimenti che favoriscono l’evacuazione di alcune sostanze dal nostro intestino.

Ma andare in bagno spesso durante l’arco della giornata, oltre che essere un po’ noioso per via del fatto che si deve interrompere quello che si sta facendo più volte al giorno, potrebbe anche essere indice di un problema di salute.

Secondo alcune ricerche, c’è una forte correlazione tra il movimento dell’intestino e le malattie cardiovascolari e di conseguenza chi va in bagno più volte al giorno avrebbe qualche problema sotto il punto di vista cardiaco e sarebbe più a rischio di infarto.

L’indagine

A confermare questa tesi c’è stato un’indagine fatta su un gruppo di 480.000 persone di età compresa tra i 30 e i 79 anni che non hanno avuto mai nessun problema fisico grave nell’arco dei dieci anni precedenti.

Con questa indagine, si è dimostrato che le persone che tendono ad andare in bagno più di una volta al giorno durante l’arco delle 24h sono quelle più esposte alla possibilità di avere problemi cardiopatici rispetto a quelli che invece ci vanno soltanto una volta.

Si è evidenziato anche che la continua frequenza del bagno porterebbe ad alcune complicazioni che possono diventare croniche come problemi legati ai reni, il diabete oltre che broncopneumatie e problemi legati al battito cardiaco.

Bagno: il rischio di andarci più volte al giorno
Andare in bagno spesso potrebbe portare problemi cardiaci – Nanopress.it

Ma non solo, il problema di rischi non è attribuito a quel numero di popolazione che va spesso a far visita al wc ma anche a coloro che hanno problemi di stitichezza, infatti è stato dimostrato che anche queste persone sembrano avere problemi cardiaci.

Pertanto è sempre meglio intervenire prima e saper riconoscere da subito i sintomi che possono portare ad avere un infarto. Per questo motivo la BHF (British Heart Foundation) ha indicato tra questi il dolore al petto che poi si diffonde su altre parti del corpo, una mancanza di respiro e un senso di spossatezza e di svenimento fino ad arrivare ad una continua nausea.

Ovviamente questa correlazione è solo il risultato di un’indagine e non bisogna allarmarsi se si va in bagno ma è sempre meglio qualora ci siano dei sospetti parlarne con il medico curante o uno specialista.