Anthony Albanese, nuovo premier australiano col padre di Barletta

Anthony Albanese ha portato alla vittoria il partito laburista dopo un lungo dominio conservatore. Il politico social democratico ha la mamma australiana ma il papà, deceduto nel 2014, era di Barletta.

Anthony Albanese
Anthony Albanese – NanoPress.it

Anthony Albanese, la vittoria di un ragazzo del ‘popolo’

Le elezioni in Australia dopo un decennio di successi dei conservatori, hanno visto vincitore il partito laburista, guidato da Albanese. I due partiti più grandi hanno perso voti, e i partiti indipendenti più piccoli hanno avuto successo, attingendo alla rabbia degli elettori a causa dei cambiamenti climatici, dopo alcune delle peggiori inondazioni e incendi che hanno colpito la nazione.

Il leader del partito laburista australiano ha dichiarato di voler unire il Paese e apportare alcuni cambiamenti nella politica “in particolare per quanto riguarda i cambiamenti climatici”.

I laburisti hanno attualmente poco meno dei 76 seggi necessari per formare un governo e, quindi, potrebbero dover fare affidamento sul sostegno di partiti indipendenti più piccoli, inclusi i Verdi o i cosiddetti “indipendenti verde acqua”, che hanno condotto una campagna su politiche di integrità, uguaglianza e contrasto cambiamento climatico.

Questi gruppi hanno dato prova di forza alle urne, attingendo alla rabbia degli elettori per l’inazione sul cambiamento climatico. Dopo la sua vittoria, Albanese, ha dichiarato: “Voglio unire il Paese. Penso che le persone vogliano riunirsi, cercare il nostro interesse comune, guardare verso quel senso di scopo comune.

Penso che le persone ne abbiano abbastanza delle divisioni, quello che vogliono è unirsi come nazione e ho intenzione di guidarla”. In seguito ha parlato con i giornalisti dell’agenda dei prossimi giorni, e ha detto che martedì parteciperà ad un vertice di Tokyo con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, il primo ministro giapponese Fumio Kishida e il primo ministro indiano Narendra Modi.

Rispetto per clima e ambiente come punti forte del programma

Albanese ha dichiarato: “Ovviamente l’incontro dei leader del Quad è una priorità assoluta per l’Australia e ci consente di inviare un messaggio al mondo, che c’è un cambio di governo, e che ci saranno alcuni cambiamenti nella politica, in particolare per quanto riguarda il cambiamento climatico”.

Scott Morrison
Scott Morrison – NanoPress.it

Durante la campagna, il nuovo Premier ha promesso più assistenza finanziaria e una rete di sicurezza sociale più forte, mentre l’Australia lotta con l’inflazione più alta dal 2001 e l’aumento dei prezzi delle case.

Sul fronte della politica estera, il partito ha proposto di istituire una scuola di difesa del Pacifico, per addestrare gli eserciti vicini in risposta alla potenziale presenza militare cinese sulle Isole Salomone, che si trovano alle porte dell’Australia. Vuole inoltre affrontare il cambiamento climatico con una più ambiziosa riduzione del 43% delle emissioni di gas serra entro il 2050.

Ammettendo la sconfitta, il rivale di Albanese, Scott Morrison, ha dichiarato: “Stasera ho parlato con il leader dell’opposizione e il primo ministro entrante, Anthony Albanese, e mi sono congratulato con lui per la vittoria elettorale di questa sera.

Credo sia molto importante che questo Paese abbia certezze. Penso che sia molto importante che questo Paese possa andare avanti”.

Morrison ha anche affermato che si dimetterà dalla carica di leader del partito liberale. La sua capitolazione termina otto anni e nove mesi al potere per la coalizione conservatrice.