Annamaria Burrini: svolta nelle indagini per la morte dell’81enne

Vi è stata un svolta nel caso di Annamaria Burrini, la donna 81enne trovata morta nella sua abitazione a Siena. A quanto pare gli inquirenti hanno disposto un fermo nei confronti di un ignoto.

Volante carabinieri
Volante carabinieri- Nanopress.it

La donna è stata trovata morta in circostanze sospette all’interno della sua abitazione in largo Sassetta (Siena). Ora, dopo un lungo interrogatorio, a quanto pare gli inquirenti hanno fermato un sospettato.

La tragica vicenda di Annamaria Burrini

Annamaria Burrini, donna di 81 anni, nella giornata di ieri è stata trovata morta nella sua casa a largo Sassetta, situata alle porte della città di Siena.

Una morte sospetta e violenta in quanto la povera donna è stata strangolata con un laccio o con una corda. A quanto pare il corpo della signora è stato ritrovato sul suo letto. Inoltre in casa non vi sono stati segni di effrazione o scasso, anche se le stanze era tutte completamente messe a soqquadro. 

Ad avvisare le forze dell’ordine di ciò che era accaduto sono stati i vicini di casa della signora e per accedere all’appartamento è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco.

Probabilmente l’assassino dunque è entrato facilmente nell’abitazione dell’anziana, senza dover forzare alcuna serratura o finestra.

Attualmente sono in corso le indagini della polizia per chiarire cosa realmente sia successo e in particolare se l’assassino possa aver sottratto oggetti di valore o soldi. In attesa anche dell’autopsia che chiarirà con precisione le cause della morte della signora Burrini.

I primi sospetti e il fermo messo in atto dagli inquirenti

Ciò che è accaduto alla signora Annamaria Burrini all’interno della sua abitazione a Siena è una vera e propria tragedia. In ogni caso sono in corso le indagini da parte dei carabinieri per capire cosa realmente sia accaduto.

La signora Burrini era titolare di una piccola bottega storica situata al centro di Siena, che però attualmente era stata dismessa. L’unica parente della vittima sarebbe una sorella che attualmente vive al nord Italia.

polizia scientifica
Polizia Scientifica – Nanopress.it

Secondo quanto dicono i vicini la signora da sempre avrebbe avuto un atteggiamento riservato e poco socievole, anche con gli stessi vicini, con cui quasi non aveva rapporti. 

In ogni caso è emerso però che la signora non viveva da sola. Al contrario affittava una delle stanze della sua casa a persone sempre diverse. L’ultimo affittuario sarebbe stato un cittadino dell’est Europa.

In ogni caso proprio oggi è stato reso noto che gli inquirenti, dopo un lungo interrogatorio, hanno disposto un fermo di indiziato di delitto per le indagini sull’omicidio.