Coronavirus, in Francia la situazione è critica: 17% dei test positivi

La crescita dei positivi a Covid-19 in Francia è allarmante. Ieri i nuovi casi sono stati 16.101, il giorno precedente oltre 27.000. Con un tasso di positività all'11%, le terapie intensive sono già al 50% della capacità

Coronavirus, allerta in Francia: 17% dei test positivi

Getty Images | Kiran Ridley

Il direttore dell’Agenzia regionale della Salute di ParigiAurélien Rousseau, è allarmato per “un dato che non avevamo mai raggiunto”.
L’Ile-de-France, secondo quanto riporta emittente Rmc-Bfm, ha il 17% dei test positivo al Covid-19. Ma il dato forse più allarmante è l’età degli infetti: “oltre 800 casi positivi su 100mila” nella fascia tra 20 e 30 anni. 

In Ile-de-France, la regione che ospita la capitale francese, l’occupazione dei letti per la terapia intensiva si avvicina al 50% della capacità.

Chiusure per le attività e divieti di assembramento nelle zone rosse

Parigi, così come Marsiglia, Aix-en-Provence e l’isola di Guadalupe, sono già state confinate come zone rosse. Bar e luoghi di ritrovo sono stati chiusi, le attività commerciali e i negozi contingentati e i divieti di assembramento sono sempre più rigidi.

Le terapie intensive si riempiono: raggiunto 50% della capacità

L’allerta è massima anche a Lione, Lille, Grenoble e Saint-Etienne. Giovedì il ministro della Salute Olivier Véran aveva segnalato “caratteristiche epidemiche preoccupanti” a Tolosa e Montpellier. Nell’ospedale universitario di quest’ultima, il CHU, le attività operative sono state limitate e la struttura è stata riconvertita a centro di accoglienza per i casi di Coronavirus. In tutto il Paese l’occupazione dei posti di terapia intensiva si aggira intorno al 50% della disponibilità.

Mercoledì il discorso alla Nazione di Macron

Per la quinta volta dall’inizio della pandemia il presidente Emmanuel Macron parlerà alla nazione, nella stessa giornata si terrà il consiglio di Difesa che dovrebbe valutare i dati epidemiologici per varare ulteriori misure anti Covid. All’Eliseo attualmente c’è grande preoccupazione anche perché due giorni dopo l’incontro tra i due Capi di Stato a Parigi, il presidente della Polinesia franceseEdouard Fritch, è risultato positivo al Covid-19.

Fritch ha incontrato il presidente Macron giovedì, sabato sera si è sottoposto al test “perché aveva un po’ di febbre e dolori articolari“. Durante il suo soggiorno a Parigi, una settimana prima, Edouard Fritch ha incontrato anche il primo ministro Jean Castex, il ministro d’Oltremare Sébastien Lecornu, e, lunedì 5 ottobre, quello degli interni Gérald Darmanin.

Parole di Alanews

Da non perdere