Alexandria Ocasio-Cortez è stata vittima di un'aggressione sessuale

La deputata democratica americana ha rievocato l'assalto a Capitol Hill dello scorso 6 gennaio e ha raccontato: "Ho subito un'aggressione sessuale e non ne ho parlato con molte persone nella mia vita"

alexandria ocasio-cortez

Foto Getty Images | Win McNamee

Alexandria Ocasio-Cortez, deputata democratica americana, è stata vittima di violenza sessuale. A raccontarlo è lei stessa sul suo profilo Instagram.

La deputata ha rievocato l’aggressione durante una diretta su Instagram. Il ricordo è riaffiorato mentre la donna parlava dell’assalto a Capitol Hill avvenuto lo scorso 6 gennaio.

Ho subito un’aggressione sessuale e non ne ho parlato con molte persone nella mia vita. Ma quando subisci un trauma affiorano quelli passati” ha detto Alexandra Ocasio-Cortez.

Non l’ho mai rivelato a nessuno vicino a me. Quando subiamo un trauma, il trauma si accumula. E quindi, se hai avuto un genitore negligente, o se hai avuto qualcuno che è stato verbalmente offensivo nei tuoi confronti, questi episodi possono aggravarsi l’uno con l’altro” ha continuato la deputata.

Il racconto di Alexandria Ocasio-Cortez dell’attacco a Capitol Hill

La deputata democratica ha utilizzato lo strumento della diretta sul popolare social network per rispondere ad una polemica con i parlamentari repubblicani. Alexandria Ocasio-Cortez, infatti, ha accusato i parlamentari di essere, indirettamente, responsabili dell’assalto dello scorso 6 gennaio, durante il quale 5 persone hanno perso la vita.

Non si tratta di nascondersi o cose del genere, ma a volte non riesci a raccontare la stessa storia più e più volte” ha detto, con voce tremante, la deputata americana parlando dell’aggressione subita.

Sempre durante la diretta su Instagram, la deputata americana ha raccontato l’assolto al Campidoglio. “Ero appena tornata in ufficio dopo aver ricevuto la seconda dose del vaccino quando all’improvviso ho sentito dei forti colpi nel corridoio. Colpi alle porte, avevo appena concluso una telefonata e mi sono nascosta dietro la porta del bagno quando un uomo bianco ha fatto irruzione nel mio ufficio gridando: ‘Dov’è lei? Dov’è lei?”.

Secondo quanto riferito in seguito da alcuni membri dello staff, l’uomo era un agente di Capitol Police che non si è però identificato. Il tragico momento dell’assalto a Capitol Hill ha fatto così riaffiorare in Alexandia Ocasio-Cortez il ricordo della violenza subita, che la donna ha appunto raccontato durante la live su Instagram.

Parole di Benedetta Minoliti

Benedetta Minoliti, nata a Milano il 24 marzo 1993. Sono laureata in Lettere moderne all’Università degli Studi di Milano e diplomata presso la Scuola di Giornalismo dell’Università Cattolica di Milano. Non esco mai di casa senza le cuffie, ascolterei la musica anche mentre dormo e adoro scattare polaroid. Collaboro con AlaNews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.

Da non perdere