26^ Giornata Serie A: Lazio in vetta, ma è caos coronavirus

Nella 26^ giornata della Serie A la Lazio vince ancora e vola in testa al campionato in attesa della Juventus. Pioggia di goal per Roma e Atalanta che continuano la lotta Champions, ma è ancora il coronavirus a tenere banco con sei partite su dieci rinviate a data da destinarsi, tra cui l'attesissima Juventus-Inter. Scopriamo insieme cosa è successo e tutte le ipotesi per i recuperi

26^ Giornata Serie A

Foto Getty images | di Marco Rosi

La 26^ giornata di Serie A risente in maniera importante dell’emergenza coronavirus. Così come era già accaduto nella giornata precedente molte partite sono state rinviate a data da destinarsi. Il Governo aveva dato il via libera a giocare a porte chiuse le gare in programma nelle regioni a rischio. Nonostante questo, però, la Lega Serie A ha deciso ugualmente di rinviare le sei partite ; una decisione presa per limitare il danno di immagine che sarebbe scaturito dal vedere gli stadi vuoti, un danno particolarmente ingente per quanto riguarda il big match Juventus-Inter, i cui diritti televisivi sono stati venduti in più di 170 paesi in tutto il Mondo. A questo punto bisognerà capire quando recuperare tutte le partite rinviate, che si aggiungono a quelle che avevano subito lo stesso destino la settimana precedente.

La Lazio vola in testa. Pioggia di goal per Roma e Atalanta, bene il Napoli

Nonostante il caos generato dal coronavirus, le quattro gare regolarmente disputate nella 26^ giornata di Serie A hanno offerto molti spunti interessanti. La Lazio batte il Bologna per 2-0 all’Olimpico e vola al primo posto solitario in classifica. I biancocelesti archiviano la pratica nel primo tempo grazie alle reti di Luis Alberto e Correa. Nella ripresa il Bologna reagisce e riesce anche a segnare due goal, entrambi però giustamente annullati dal VAR; la squadra di Inzaghi continua così una corsa che sembra inarrestabile e si ritrova in testa, in attesa del recupero di Juventus-Inter. Ennesima goleada dell’Atalanta che travolge il Lecce per 7-2. La squadra bergamasca, dopo essersi fatta rimontare il doppio vantaggio iniziale, dilaga nel secondo tempo. Sugli scudi Zapata ( tripletta) e Ilicic (un goal e due assist) autori di una partita straripante. I nerazzurri restano in vantaggio di tre punti sulla Roma (con una gara da recuperare). Anche i giallorossi riescono a vincere in una gara ricca di goal ed emozioni contro il Cagliari. Finisce 4-3 in favore dei capitolini che trovano così la seconda vittoria consecutiva in campionato dopo il periodo di crisi. Roma che sembra in controllo fin dall’inizio e crea occasioni a ripetizione ma continua a vacillare in fase difensiva. Decisivo finalmente un ritrovato Kalinic (doppietta e assist) che trova i primi goal in maglia giallorossa e una prestazione convincente. Per il Cagliari invece è contestazione aperta da parte dei tifosi, molto delusi dalla striscia negativa della squadra seguita all’ottimo avvio di campionato.  Nella gara di apertura della 26^ giornata di Serie A convince anche il Napoli che batte il Torino per 2-1. Dominano gli azzurri che segnano meno di quanto avrebbero potuto grazie anche ad un ottimo Sirigu. Decisivi i goal dei difensori, Manolas e Di Lorenzo, mentre risulta inutile ai fini del risultati il goal finale di Edera per i granata.

Le partite rinviate, ecco tutte le ipotesi per i recuperi

Le gare rinviate della 26^ giornata di Serie A sono: Udinese-Fiorentina, Milan-Genoa, Parma-Spal, Sassuolo-Brescia, Sampdoria-Hellas Verona e Juventus-Inter. Inizialmente la Lega Calcio aveva stabilito di recuperare tutte le partite nella giornata del 13 maggio, giorno nel quale era prevista la finale di Coppa Italia che inevitabilmente slitterà al 20 maggio. Tuttavia questa soluzione, a detta dei club, falserebbe troppo l’andamento del campionato. Proprio per questo motivo che si stanno vagliando diverse alternative che verranno discusse e votate nell’assemblea di Lega che si svolgerà nei prossimi giorni. L’ipotesi più probabile è quella di far giocare le partite rinviate nel prossimo week-end, ovvero tra sabato 7 e lunedì 9 marzo. Tuttavia, a causa delle ordinanze emanate per il coronavirus, l’unica gara che si potrebbe disputare a porte aperte tra sabato e domenica sarebbe Udinese-Fiorentina. Tutte le altre dovrebbero disputarsi lunedì 9 o nei giorni successivi. Nel caso di Juventus-Inter l’unica data disponibile sarebbe proprio quella di lunedì 9 marzo, in quanto i nerazzurri saranno impegnati il 12 marzo nell’andata degli ottavi di Europa League contro il Getafe. Cosa succederebbe dunque alle partite della 27^ giornata in programma per questo weekend? Le opzioni possibili sembrano essere soltanto due: la prima prevederebbe di spostare tutte le gare della prossima giornata al 13 maggio mentre la seconda ipotesi prevede lo slittamento di una settimana di tutte le giornate fino alla 36^, inserendo il turno infrasettimanale del 13 maggio. Questa ipotesi permetterebbe di mantenere inalterato l’ordine delle partite da oggi fino alla fine del campionato. Bisognerà aspettare ancora per avere una riposta da parte della Lega. Nel caso in cui le ordinanze riguardanti il coronavirus dovessero essere prolungate ulteriormente, è molto probabile che le partite si disputino a porte chiuse visto che non ci sarebbero più date a disposizione per i recuperi.

Parole di Valerio Malfatto

Valerio Malfatto, nato a Roma il 6 settembre 1995 e diplomato al Liceo Classico statale Luciano Manara. Laureato in Ingegneria Chimica all’Università La Sapienza di Roma e attualmente studente di Ingegneria dei Materiali presso l’Università degli Studi di Padova. Le sue più grandi passioni sono lo sport, in particolare il calcio, e l’ecologia.

Da non perdere