Virginia Raggi, l'insediamento in Campidoglio

Insediamento di Virginia Raggi in Campidoglio

La sindaca di Roma Virginia Raggi è giunta a Palazzo senatorio, al Campidoglio, per il suo insediamento formale. Ad accoglierla c’era una folla di curiosi e militanti 5 Stelle, oltre che ovviamemente decine di giornalisti e operatori del ”circo mediatico” pronti a catturare ogni dettaglio. La neo prima cittadina ha anche trovato il tempo per dissipare ogni dubbio a proposito di come riferirsi a lei: “Sindaco o sindaca? L’accademia della crusca si è espressa: si dovrà dire ‘la sindaca’. Non mi fa impazzire, ma mi adeguo. Ma chiamatemi Virginia“.

A bordo di una twizy Virginia Raggi, che per l’occasione indossava un tailleur pantalone blu, è arrivata davanti all’ingresso Sisto IV, è entrata al palazzo senatorio accolta dagli applausi dei dipendenti comunali. Notando la forte presenza femminile in Campidoglio per il suo insediamento ha detto: “Che bello vedere così tante donne nell’amministrazione. Forza!

Una volta entrata, si è affacciata al balcone del suo ufficio dove un momento di commozione è stato poi tradito dal suo volto.

Virginia Raggi, appena preso possesso del suo ufficio al Campidoglio, ha immediatamente fatto una riunione con i vertici del suo gabinetto ad interim, come da prassi, per prendere i primi contatti con la macchina amministrativa e ha già firmato degli atti urgenti per far ripartire il lavoro degli uffici.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere