Turista cade in un cratere sul Vesuvio

Turista denunciato insieme ai suoi familiari perché percorrevano un percorso vietato per evitare i tornelli. Caduto in un cratere, non è in gravi condizioni.

Cartello avvertimento
Cartello avvertimento – Nanopress.it

Fortunatamente non ha riportato particolari ferite ma il giovane americano soccorso dai carabinieri ha ricevuto una sanzione.

Turisti saltano la coda al Vesuvio

Il Vesuvio è meta turistica molto conosciuta non solo in Italia ma anche all’estero e sono tantissimi i visitatori che ogni giorno, in particolare in questo periodo, giungono per visitarne le pendici e gli spettacolari paesaggi che lo contornano.

Scenario naturale senza pari, il Vesuvio è preso sotto assedio dai turisti anche in questi giorni ma si è verificato un fatto insolito che poteva trasformarsi in tragedia ma fortunatamente non è stato così.

Il protagonista della vicenda è un turista americano di 23 anni che era in visita al vulcano insieme alla sua famiglia. Il gruppo ha ben pensato di evitare il percorso prestabilito, in cui tutti gli altri stavano facendo la fila. Invece si è diretto in una stradina secondaria che non era consentita data la pericolosità e infatti l’americano è caduto in un cratere.

Il Vesuvio
Il Vesuvio – Nanopress.it

Il percorso vietato era disseminato di ostacoli vari ed era pericoloso avventurarsi in quella direzione, come era ben segnalato dai diversi cartelli.

Il fatto è accaduto nel pomeriggio della giornata di ieri, quando all’improvviso il ragazzo è inciampato cadendo nel cratere.

I soccorsi

Il tutto ha avuto un finale positivo, in effetti i carabinieri hanno soccorso il turista, che ha riportato escoriazioni multiple ma le sue condizioni non destano preoccupazione.

La caduta è stata di pochi metri e le conseguenze sono state diverse escoriazioni e contusioni. Oltre i carabinieri, sono intervenuti i soccorsi, che hanno visitato il turista e lo hanno medicato sul posto.

In seguito è scattata subito la denuncia per il gesto avventato, infatti la strada era assolutamente fuori dagli itinerari e per questo è stato preso un provvedimento nei confronti del gruppetto americano.

Infatti è arrivata, dopo l’accertamento delle buone condizioni di salute, la denuncia per invasione di terreni pubblici o a uso pubblico, sia per il protagonista della vicenda che per i familiari che insieme a lui hanno percorso quella strada.

Una vicenda che fortunatamente si è risolta con una semplice denuncia. In estate i turisti affollano molte mete ed è importante che rispettino le regole per evitare spiacevoli incidenti come questo.