Trasporti: tutti gli scioperi previsti per il mese di luglio

Nel mese di luglio sono previsti una serie di scioperi nel settore dei trasporti. Da quello pubblico a quello privato. Di seguito tutte le date.

Stazione deserta
Stazione deserta – Nanopress.it

Nel mese di luglio sono previsti un gran numero di agitazioni da parte degli operatori del settore dei trasporti. Saranno coinvolti aerei, taxi e ferrovie. Dunque tutti coloro che sono soliti muoversi con questo tipo di mezzi, dovranno prestare molta attenzione.

Di seguito vi riportiamo tutte le date degli scioperi e i settori dei trasporti che saranno coinvolti.

Le date degli scioperi dei trasporti nel mese di luglio

Il primo sciopero previsto per il mese di luglio riguarda il settore dei taxi. Precisamente lo sciopero si terrà da mezzanotte del 5 luglio fino alle ore 24 del giorno dopo, cioè del 6 luglio 2022.

Prenderanno parte allo sciopero tutte le principali linee di taxi riportate di seguito: Fast-Confsal, Confartigianato Taxi, Unimpresa, Casartigiani, CLAAI, Legacoop, Orsa Trasporti, Produzione e Servizi, Satam, Unica Filt- Cgil, Usb-Taxi, TamFit-Cisl, Ugl e Uritaxi.

Lo sciopero ha lo scopo di protestare contro il Ddl concorrenza e contro la liberalizzazione del settore. 

Sempre il 5 luglio, dalle ore 18 alle ore 22, sciopererà la Gtt, ossia l’azienda del trasporto pubblico di Torino.

Il 10 e 11 luglio invece potrebbero esserci disagi sulle linee di trasporto pubblico nella regione Lombardia, precisamente quelle gestite dall’azienda Trenord. L’interruzione dovrebbe avvenire dalle tre di notte del 10 luglio fino alle due della notte dell’11.

bus
Bus – Nanopress.it

Ma il 10 e l’11 luglio saranno giorni difficili per gli spostamenti anche in Emilia Romagna. Infatti, dalle 03:30 del 10 fino alle 02:30 dell’11, il personale della società Tper determinerà il blocco delle loro linee.

Poi il 17 luglio, lo scioperò riguarderà il settore aereo. Il quale verrà interrotto dalle ore 14 alle ore 18 del 17 luglio. A scioperare sanno le seguenti sigle: Unica, Filt-Cgil, Techno Sky Milano Linate e Usb Lavoro Privato di EasyJet.

Infine, dalle ore 02:00 del 24 luglio fino alle ore 01:00 del 25, a fermarsi saranno le ferrovie di Trenitalia in Trentino Alto- Adige.

I motivi degli scioperi

Ogni sciopero ha ovviamente un significato ben specifico per il personale dei vari settori di trasporto.

Lo sciopero dei taxi di inizio luglio, come già detto, nasce dall’opposizione del personale nei confronti delle nuove norme che prevedono un adeguamento dell’offerta alle nuove forme di mobilità, le quali dovranno avvenire attraverso applicazioni web che permettono la connessione tra passeggeri e autisti.

Lo sciopero di Trenord invece è stato proclamato dalle Rsu 1A Pdm e 1B Pdb. La protesta è diretta contro il sistema informatico utilizzato dall’azienda per l’assegnazione dei turni lavorativi. In particolare il personale lamenta cambi troppo repentini e senza alcun preavviso dei turni di lavoro.

Lo stesso accade per lo sciopero dei voli del 17 luglio.

Gli operatori del settore protestano contro l’alta variabilità dei turni, la precarizzazione del lavoro e contro salari troppo bassi.