Aperto il testamento di Gina Lollobrigida, ecco come sarà suddiviso

Dopo la scomparsa di Gina Lollobrigida, è stato reso noto il contenuto del suo testamento: ecco chi sono gli eredi del patrimonio della Bersagliera.

Gina Lollobrigida
Gina Lollobrigida – Nanopress.it

Questa mattina, 24 gennaio alle ore 13, è stato reso noto il contenuto del testamento di Gina Lollobrigida, la diva del cinema scomparsa la settimana scorsa a 95 anni.

Il suo patrimonio ora sarà diviso ufficialmente, come annunciato dalla notaia Barbara Franceschini, che ha annunciato agli eredi le volontà dell’attrice leggendaria. Ecco chi erediterà la sua fortuna.

L’eredità di Gina Lollobrigida: a chi va il suo patrimonio

Dopo una settimana dalla sua scomparsa, il testamento di Gina Lollobrigida è stato aperto e la notaia Barbara Franceschini, come ha riportato il Corriere della Sera, ha svelato agli eredi cosa aveva deciso la diva italiana.

Gina Lollobrigida
Gina Lollobrigida – Nanopress.it

La Lollobrigida ha lasciato metà del suo patrimonio al figlio, Andreo Milko Skofic, e metà al figlioccio, Andrea Piazzolla.

Negli anni si è parlato molto dello scontro tra i due uomini: infatti, tra loro da anni era in atto una battaglia legale, perché il figlio dell’attrice accusava Piazzolla di volersi approfittare della madre e di tutti i suoi beni.

Andrea Piazzolla, dopo quell’incontro fortunato con Gina Lollobrigida nel 2009, è entrato ufficialmente nella sua vita, diventando con gli anni l’amministratore dei suoi beni.

Dal 2015, inoltre, viveva con la donna nella sua villa sulla Appia Antica e questa situazione non ha mai convinto Andrea Milko Skofic.

Infatti, il figlio della Bersagliera è passato subito ai fatti, denunciando Piazzolla e accusandolo di aver provato anche a vendere più di 300 beni appartenuti a Gina Lollobrigida.

I reati risalgono a quattro anni fa ma finché è rimasta in vita, Gina Lollobrigida ha sempre creduto all’innocenza di Piazzolla, come spesso ha ribadito anche in televisione a Domenica In in particolare.

Le parole di Andrea Piazzolla dopo la morte dell’attrice

Andrea Piazzolla è stato, dopo la scomparsa di Gina Lollobrigida, ospite degli studi di Domenica In, dove Mara Venier lo ha intervistato.

Durante la chiacchierata con la padrona di casa, Piazzolla ha affermato che gli ultimi anni della grande diva sono stati un vero e proprio incubo, a causa del processo in atto da parte del figlio.

L’uomo ha parlato della difficile relazione che Gina avrebbe avuto con il figlio Andrea Milko, un rapporto che ha definito non facile perché Skofic avrebbe sofferto il fatto di non averla mai tutta per lui.

Una situazione straziante per l’attrice, come afferma Piazzolla, che ha dovuto lottare con il figlio e con la giustizia, che l’aveva ritenuta inferma mentalmente.

Inoltre, Andrea Piazzolla ha ricordato le ultime settimane di vita della diva, ricordando la caduta e l’operazione al femore, i continui problemi di cuore.

Ricoverata in ospedale, Piazzolla ha detto che ii medici le hanno consigliato una tac con contrasto e, a quanto pare, il liquido utilizzato le avrebbe bloccato i reni.

Le avrei dato i miei anni, le avrei dato tutto, non solo un rene, pur di vederla

Ovviamente, questa intervista ha suscitato non poche polemiche sul web: in molti hanno definito quest’intervista inqualificabile, un’intervista patetica e inopportuna, visto che erano passati pochissimi giorni dalla scomparsa di Gina Lollobrigida.

Secondo tanti utenti, Piazzolla poteva evitare di raccontare cose così private dell’attrice, magari limitandosi a ricordarla per la grande artista che era.

Intanto, il testamento è stato rivelato: andrà avanti il processo ancora in corso tra il figlio della Bersagliera e Piazzolla?