Terremoto in Umbria, oggi 25 ottobre 2017: scossa vicino a Spoleto

Terremoto in Umbria

Terremoto in Umbria

Terremoto in Umbria, oggi 25 ottobre 2017: secondo le rilevazioni dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, una scossa di terremoto di magnitudo 2.9 della scala Richter ha colpito alle ore 00:52, l’Umbria, nella provincia di Perugia. Una replica di magnitudo 2.3 della scala Richter è stata registrata nella stessa zona, circa mezz’ora dopo. Vediamo nel dettaglio, riguardo al terremoto, le ultime notizie cosa dicono.

Il terremoto di oggi, 25 ottobre 2017, secondo le registrazioni dell’Ingv, ha fatto tremare ancora una volta la regione Umbria, una delle più colpite da quando si è verificato il forte sisma del 2016. La prima forte scossa di oggi, è stata registrata alle ore 00:52, nel sudest della provincia di Perugia, precisamente a 5 km da Campitello sul Clitunno e 6 da Spoleto; la magnitudo è stata di 2.3, mentre l’ipocentro è stato individuato a 9 km di profondità.

Poco più di mezz’ora dopo, intorno alle ore 01:30, un’altra scossa di terremoto di magnitudo 2.3 della scala Richter ha colpito nuovamente Campello sul Clitunno, in provincia di Perugia. Fortunatamente, entrambe le scosse di terremoto non hanno provocato danni ambientali, a edifici pubblici o privati, né feriti o vittime.

Nel corso della mattinata, sono state registrate altre due scosse di entità minore: alle ore 5:08 una scossa di magnitudo 2.1 della scala Richter ha investito la Costa Calabra sud Occidentale, con un ipocentro individuato a 55 km di profondità. Infine, alle ore 7:34 una scossa di magnitudo 2.3 della scala Richter ha fatto tremare il Comune di Accumoli, in provincia di Rieti: ipocentro individuato a 8 km di profondità.

Per ora, riguardo al terremoto, le ultime notizie non parlano di ulteriori scosse, tuttavia se volete rimanere sempre aggiornati sul terremoto in tempo reale, continuate a seguirci.

Parole di Beatrice Elerdini

Beatrice Elerdini è stata una collaboratrice di Nanopress dal 2014 al 2019, occupandosi di cronaca e attualità. Degli stessi argomenti ha scritto su Pourfemme dal 2018 al 2019.

Da non perdere