Terremoto in Sicilia: oggi, 27 febbraio, intensa scossa di magnitudo 4.0

Terremoto Eolie

Terremoto Eolie

Terremoto in Sicilia, oggi, 27 febbraio 2017: l’intensa scossa di magnitudo 4.0 della scala Richter è stata registrata intorno alle 7:20, a una profondità di 12km. Il terremoto ha avuto epicentro in mare aperto, vicino alle Isole Eolie, tuttavia la forte scossa è stata percepita chiaramente dalla popolazione locale.

Riguardo a quest’ultimo terremoto, l’Ingv ha individuato l’epicentro nelle seguenti coordinate: 38.36N e 14.75E. Inoltre, ha registrato una seconda scossa, esattamente un minuto dopo la prima, ovvero alle 7:21, di magnitudo 3.6.

Come accennato in apertura, la scossa di terremoto di oggi, si è generata a 19 km da Lipari e 20 da Leni, in provincia di Messina. Il sisma è avvenuto a 72 km a ovest di Messina e 82 km a ovest di Reggio Calabria, un’area in cui si verificano terremoti di intensità anche molto maggiore.

La seconda scossa di terremoto è stata di intensità minore, magnitudo 3.6 della scala Richter, entrambe non hanno generato danni a persone, abitazioni o altre realtà materiali. Tuttavia anche questa seconda scossa è stata percepita nettamente in tutto l’arcipelago delle Eolie.

Il terremoto, adesso, sembra essersi placato, ma non è possibile stabilire se ci saranno altre scosse nell’arco della giornata.

I terremoti in Italia sembrano vivere un periodo di intensa attività: oltre alle infinite scosse che continuano ad attanagliare il Centro Italia dallo scorso agosto, ora a essere colpita è anche la Sicilia.

Sull’argomento terremoto, le ultime notizie dei telegiornali raccontano ogni dettaglio, ma nessuno può sbilanciarsi su cosa l’Italia debba aspettarsi: come hanno ripetutamente spiegato gli esperti, non è possibile prevedere con certezza un evento sismico.

Per rimanere comunque sempre informati sul terremoto in tempo reale, continuate a seguirci.

Parole di Beatrice Elerdini

Beatrice Elerdini è stata una collaboratrice di Nanopress dal 2014 al 2019, occupandosi di cronaca e attualità. Degli stessi argomenti ha scritto su Pourfemme dal 2018 al 2019.

Da non perdere