Terremoto in Afghanistan: si contano 255 vittime

Circa 255 persone hanno perso la vita per il terremoto avvenuto nei pressi della città di Khost, nel sud-est dell’Afghanistan.

Terremoto
Terremoto – Nanopress.it

Secondo una stima provvisoria, un terremoto di magnitudo 5,9 nel sud-est dell’Afghanistan, avvenuto durante la notte, ha ucciso più di 250 persone. “Chiediamo alle agenzie umanitarie di fornire soccorso immediato alle vittime del terremoto per evitare una catastrofe umanitaria”, ha twittato il portavoce del governo, Bilal Karimi.

Il terremoto si è verificato a una profondità di 10 chilometri, molto vicino al confine con il Pakistan, secondo quanto afferma l’American Seismological Institute.

Terremoto in Afghanistan: si contano almeno 250 morti

Più di 255 persone sono decedute a causa di un terremoto di magnitudo 5,9 che ha colpito il sud-est dell’Afghanistan durante la notte del 22 giugno, secondo quanto affermato dal vice portavoce del governo, Bilal Karimi.

L’uomo, inoltre, ha aggiunto che molte case sono state distrutte e che le persone sono vi rimaste intrappolate all’interno. “Chiediamo alle agenzie umanitarie di fornire assistenza immediata alle vittime del terremoto per evitare una catastrofe umanitaria”, ha twittato Karimi.

Secondo l’American Seismological Institute, il terremoto, di magnitudo 5,9, si è verificato a una profondità di 10 km all’una di notte, molto vicino al confine con il Pakistan. Le foto pubblicate sui social media mostrano case crollate nelle strade dei vari villaggi.

L’Afghanistan è spesso colpito da terremoti, in particolare nella catena montuosa dell’Hindu Kush, che si trova all’incrocio tra le placche tettoniche eurasiatica e indiana. Questi disastri possono essere particolarmente devastanti a causa della debole resilienza delle case rurali afghane.

Terremoto
Terremoto – Nanopress.it

Il maggior numero di morti a Paktika

La maggior parte dei decessi è stata registrata nella provincia afghana di Paktika, che confina con il Pakistan, secondo quanto affermato a Reuters, Mohammad Nassim Haqqani, a capo della National Disaster Management Administration dei talebani.

I filmati della provincia di Paktika – vicino al confine con il Pakistan – mostrano vittime trasportate su elicotteri per essere trasportate in aereo verso le strutture ospedaliere più vicine.

Bakhtar ha pubblicato immagini di case di pietra distrutte e feriti in cura in ospedale. Il suo direttore generale, Abdul Wahid Rayan, ha scritto su Twitter che 90 case sono state distrutte nella provincia di Paktika e si ritiene che decine di persone siano intrappolate sotto le macerie.

Un forte terremoto ha scosso quattro distretti della provincia di Paktika, uccidendo e ferendo centinaia di nostri connazionali e distruggendo dozzine di case“, ha riferitto su Twitter, Bilal Karimi, vice portavoce del governo talebano.