Spagna a valanga sul Costarica, finisce 7-0

Non fa sconti la Spagna che debutta in Qatar con una prestazione sontuosa ed una vittoria nettissima, il Costarica viene travolto dalle Furie Rosse che passano addirittura per 6-0 chiudendo con oltre l’80% di possesso palla.
Decide la doppietta di Ferran Torres, a segno anche Olmo, Gavi, Asensio, Soler e Morata per una Spagna che vola in vetta al Gruppo E insieme al Giappone, Germania e Costarica fermi a zero punti.

Gavi e Ferran Torres
Gavi e Ferran Torres – Nanopress.it

Partita perfetta dei ragazzi di Luis Enrique che travolgono un Costarica mai pericoloso ed in costante difficoltà fin dai primi secondi.
Il dominio è assoluto con le Furie Rosse che fanno possesso palla, verticalizzano e si divertono mettendo in mostra una rosa ricca di talento e qualità.

Il migliore in campo è Gavi che a soli 18 anni è il padrone assoluto del centrocampo spagnolo aggiungendo all’enorme qualità tecnica tanta corsa e sostanza per la squadra.
La difesa del Costarica regge per appena 10 minuti, all’undicesimo infatti è Dani Olmo a portare avanti la squadra di Luis Enrique, Asensio raddoppia su assist di Jordi Alba e Ferran Torres chiude dal dischetto il primo tempo.

Nella ripresa Luis Enrique fa turnover inserendo Morata, Williams, Soler, Koke e Balde, le Furie Rosse dilagano segnando altri quattro gol con l’attaccante dell’Atletico Madrid che trova la gioia personale nel finale.

La Spagna ne fa 7, Costarica travolto

Dopo le grandi imprese di Arabia Saudita e Giappone la Spagna entra in campo subito concentrata e cura dei propri mezzi indirizzando la partita sui binari giusti già dopo 10 minuti.
Mai in partita il Costarica, la squadra di Suarez viene dominata sotto ogni punto di vista da quella di Luis Enrique che sembra essere arrivata in Qatar al massimo della condizione fisica e con una squadra piena di talento.

Ferran Torres
Ferran Torres – Nanopress.it

Pagano le scelte di Luis Enrique che lancia Gavi e Pedri dal primo minuto a completare il centrocampo insieme a Busquets, i due giovani canterani sono i protagonisti assoluti del match dimostrandosi ancora una volta due fenomeni assoluti.
Morata inizia dalla panchina lasciando spazio ad un tridente senza punti di riferimento con Asensio, Olmo e Torres.

Ferran ne fa due, Olmo e Asensio si uniscono alla festa che poi verrà completata nel finale anche da Alvaro Morata.
Nel mezzo Gavi trova il meritatissimo primo gol in carriera in un campionato del mondo, la Spagna vola in testa al Gruppo E insieme al Giappone e complica il cammino della Germania di Flick.

I tedeschi domenica affronteranno proprio la nazionale di Luis Enrique e dopo la sconfitta di oggi dovranno necessariamente vincere per non rischiare di compromettere ulteriormente la qualificazione.