Sharon Stone e la rivelazione shock: “Ho avuto nove aborti spontanei”

Sharon Stone ha commentato un post sul profilo Instagram del magazine People, confessando di aver perso nove figli a causa di aborti spontanei. Ecco le parole dell’attrice.

Sharon Stone
L’attrice Sharon Stone – Nanopress.it

Tutto è partito da un post su Instagram della rivista “People“, il quale parlava della ballerina australiana Peta Jane Murgatroyd, protagonista di Dancing With The Stars. La donna perse un bambino mentre il marito, anch’egli ballerino, si trovava nella natìa Ucraina. Ecco come la Stone ha commentato l’articolo.

Le parole scioccanti dell’attrice

La star 64enne di Basic Instinct aveva già accennato della sua esperienza con l’aborto nella sua autobiografia “Il bello di vivere due volte“, intervenendo in svariate occasioni sul tema ed elogiando la sorellanza globale che permette di condividere questa difficile esperienza con chi l’ha vissuta in prima persona.

Non era però mai scesa nei particolari, e l’unica cosa che sappiamo è che il primo bambino l’ha perso alla giovane età di 18 anni. Il commento sotto il post di People cita:

“Noi, come donne, non abbiamo un forum per discutere della profondità di questa perdita. Ho perso nove figli per via di aborti spontanei.
Non è una cosa da poco, eppure ci viene fatto sentire che è qualcosa da sopportare da soli e segretamente con una sorta di senso di fallimento.”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da People Magazine (@people)

Il suo messaggio si conclude con una chiara denuncia contro il patriarcato e un mondo prettamente maschilista. La testimonianza di Sharon è un grido di aiuto per tutte le donne e un messaggio di solidarietà per il mondo.

“La salute e il benessere femminile lasciati nelle mani dell’ideologia maschile, sono diventati carenti nel migliore dei casi, ignorati e poco conosciuti nei fatti. è stato fatto uno sforzo per opprimerli violentemente.”

I traumi passati

La carriera della diva oltre ai successi le ha portato anche molti tragici drammi, tra cui gli abusi subiti dal nonno, l’aneurisma che l’ha quasi uccisa e in seguito la morte del nipote River, venuto a mancare lo scorso agosto a solo 1 anno di vita per un’insufficienza multiorgano.

L’attrice dice di aver superato ogni difficoltà grazie alla forza trovata nei suoi tre figli adottivi Roan Joseph, Laird Vonne e Kelly Stone, adottati in ordine nel 2000, nel 2005 e nel 2006. Sono stati loro a permettere alla donna di riuscire a guardare di nuovo avanti.