‘Shania Twain, Not Just a Girl’: da oggi su Netflix

Da oggi esce su Netflix “Shania Twain, Not Just A Girl” il nuovo documentario sulla carriera dell’artista.

Not just a girl Netflix
Not just a girl netflix: Nanopress.it

Esce a partire da oggi sulla piattaforma Netflix “Shania Twain, Not Just a Girl”, il documentario che, diretto da Joss Crowley  vuole ripercorrere la lunga ed eterogenea carriera della cantante canadese.

Shania Twain, Not Just a Girl: gli eventi raccontati

Prodotto da Mercury Studios, Not Just A Girl è il documentario basato sulla vita della cantante e compositrice Shania Twain.

Con l’intenzione di ripercorrere ognuna delle tappe della sua carriera, comincia raccontando le prime umili attività dell’artista a Timmins, in Ontario.

Qui infatti la cantante crebbe in povertà, come seconda tra cinque figli ma fin da quando aveva dieci anni si dedicò alla musica.

Fu sempre ispirata da Dolly Parton e incoraggiata dai genitori a intraprendere la strada musicale.

Il documentario prosegue raccontando la prima firma di Shania per l’etichetta discografica a Nashville e l’incontro con il produttore esecutivo e futuro marito Robert Lange.

Gli aneddoti si susseguono fino ad arrivare alla registrazione e alla successiva pubblicazione di The Woman In Me, album rivoluzionario della cantante.

Il documentario lascerà spazio alle parole della stessa Twain che, seduta per un’intervista, fornirà spunti e discutere del suo prossimo sesto album.

Donna intenta a sfidare gli stereotipi del mondo femminile fin dagli anni Novanta, Shania è stata una icona e per questo seguita da un grande numero di fan sul piano nazionale e  internazionale.

I suoi successi sono infatti rimasti vivi al di là della prova del tempo.

 

Shania
Shania – Nanopress.it

Shaina Twain: superstar e donna

Non solo cantautrice, ma anche attrice e produttrice discografica, Shaina Twain  è senza dubbio una personalità eclettica e rappresenta un modello per i suoi numerosi ascoltatori.

Definita “Regina del Country Pop” per via del suo enorme successo nell’ambito della musica Country, ha venduto nel complesso più di cento milioni di dischi.

La sua carriera si caratterizza per lì assoluta volontà di indipendenza: ha sempre agito a modo suo predisponendosi spesso al rischio.

Grazie al suo secondo disco “The woman in me” risalente al 1995, divenne famosa e guadagno il Grammy Award come migliore album Country.

Fra le musiciste donne, è l’unica ad aver fatto uscire tre album premiati come Dischi di Diamante dalla RIIA.

Inoltre è vincitrice di ben 5 premi Grammy nel complesso: tutto ciò le ha consentito di ottenere quasi quaranta riconoscimenti da parte della BMI ovvero la Broadcast Music Incorporated.

Fu nel 2004 che Shaina decise di ritirarsi dal panorama musicale: da quel momento si trasferì in Svizzera dove tuttora vive assieme alla sua famiglia.

Nel documentario in uscita, è possibile riscontrare alcuni dei principi che da sempre la hanno guidata nel corso della sua esistenza artistica e personale.

La sua figura risulta importante come modello di femminilità e spirito di ribellione oltre che per il forte impatto che ha portato con la sua musica, raggiungendo la comunità LGBTQ+.

Shania Twain: ballate d’amore e di dolore

Quelle di Shania Twain sono intense ballate dallo spirito romantico e la forza delle loro note arriva fino agli ultimi anni.

Ricordiamo tra le sue canzoni “You’re Still The One”, “From This Moment On” e “You’ve Got A Way”.

Eppure a livello amoroso, la sua esistenza è costellata di eventi dolorosi.

Molte delle canzoni che si sono collocate in cima alle classifiche, traggono spunto infatti dal matrimonio con l’ex marito Robert Lange.

I due sono rimasti sposati per ben quattordici anni ma quattordici anni fa, la canzone “If You’re Not In It For Love I’m Outta Here!” si mostrò rivelatrice della fine della loro storia.

Shaina Twain, Not Just a Girl: i documentari di Netflix

Prima di Shaina Twain, Not Just a Girl, Netflix ha già portato sulla sua piattaforma alcuni documentari incentrati sulla biografia di personalità celebri.

Una delle protagoniste è stata ad esempio Marilyn Monroe in Il mistero di Marilyn Monroe: I nastri inascoltati che ripercorre alcuni episodi della vita di una delle più controverse e interessanti icone degli anno Cinquanta- Sessanta.

Un’altro importante documentario è stato Metà tempo incentrato sulle minacce  Jennifer Lopez.

Oggi è arrivato invece il turno di Shaina Twain: nel documentario sulla sua vita saranno presenti anche molte voci “ospiti” come quelle di Diplo, Avril Lavigne e del cantante nonchè musicista Lionel Richie.