Serie A: il Milan vince ancora e vede l'Europa

Il Milan batte anche il Sassuolo e prosegue la corsa all'Europa. Vince anche l'Atalanta che supera il Bopogna

Ibrahimovic esulta insieme a Kessie

Foto Getty iages | di Marco Luzzani

Terminata la trentaquattresima giornata di campionato – che ha avvicinato la Juventus verso il tricolore – è già tempo di tornare in campo per il prossimo turno, che potrebbe portare qualche altro verdetto, soprattutto per quanto riguarda la Champions League.

L’Atalanta passa grazie a Muriel


Ad aprire la trentacinquesima giornata del campionato di Serie A è il match tra Atalanta e Bologna, con i padroni di casa che rispetto alle precedenti uscite fanno un po’ fatica, ma poi riescono ad imporsi. Dopo un primo tempo fermo sullo zero a zero, a sbloccare la partita è il solito ingresso di Luis Muriel, che al 62’ batte Skorupski e regala all’Atalanta di Gian Piero Gasperini una vittoria importante, che porta i bergamaschi di nuovo al secondo posto della classifica, in attesa del match dell’Inter contro la Fiorentina. Da segnalare c’è anche l’espulsione di Gasperini, dopo un battibecco con l’allenatore avversario, Sinisa Mihajlovic.

Il Milan vince ancora, si ferma il Sassuolo


Se il futuro del Milan è ancora molto incerto, la stessa cosa proprio non si può dire sul suo presente: la squadra di Pioli infatti, vince e convince, e contro l’ottimo Sassuolo di De Zerbi continua a migliorare una striscia positiva che adesso si fa davvero importante. Ad aprire i giochi è la rete di Zlatan Ibrahimovic, che al 19’ batte Consigli e fa uno a zero. I padroni di casa però non si scompongono, e al 42’, grazie al VAR, che assegna un calcio di rigore per un tocco di mano, agguantano il momentaneo pareggio con il solito Caputo. Il Milan però è la squadra in campo più in condizione e appena tre minuti più tardi trova il goal del nuovo vantaggio, sempre grazie al suo trascinatore, Zlatan Ibrahimovic. A complicare ulteriormente le cose per i padroni di casa è l’espulsione di Bourabia nel finale di primo tempo.
Nel secondo tempo i ritmi sono decisamente più blandi: il Sassuolo soffre l’inferiorità numerica e il Milan prova a gestire il risultato. Entrano Biglia, Bonaventura e Laxalt a portare freschezza, con il Milan che vince per uno a due.

Parole di Redazione

Da non perdere