Sergio Mattarella moglie: avremo una first lady d’eccezione

Mattarella potrebbe anche seguire l'esempio di Enrico De Nicola.

Sergio Mattarella moglie: avremo una first lady d’eccezione

La moglie di Sergio Mattarella, Marisa Chiazzese, è morta nel 2012. Dal momento che il presidente della Repubblica è vedovo, al Quirinale potrebbe salire la figlia Laura per essere accanto al padre durante gli appuntamenti ufficiali e di protocollo del Quirinale. D’altronde è proprio a casa di Laura che Mattarella ha scelto di seguire l’andamento delle votazioni in cui poi è stato ufficialmente eletto a Capo dello Stato. (Nella foto: il momento in cui i Presidenti di Camera e Senato annunciano a Sergio Mattarella l’elezione a Presidente della Repubblica).

Il neo presidente della Repubblica Sergio Mattarella non ha più la moglie, deceduta prematuramente nel marzo del 2012. Il portiere della casa in cui vivevano a via della Mercede, Carmelo Chillemi, spiega: ‘La morte della moglie per lui è stata davvero un colpo durissimo‘. Dopo la perdita, Mattarella si ritirò nei locali della foresteria della Corte Costituzionale: pochi metri quadri, una stanza, un bagno e una cucina. Ogni volta che torna a Palermo, si reca al cimitero per portare i fiori alla moglie.

Potrebbe quindi essere Laura, l’unica figlia femmina di Sergio e Marisa, a svolgere il ruolo di first lady al posto di sua madre.

Laura Mattarella, che è un affermato avvocato, non sarebbe la prima ad accedere a tale ruolo, le precedenti furono Marianna Scalfaro, figlia del presidente della Repubblica Oscar Luigi e Ernestina Saragat (Tina), figlia di Giuseppe, che accompagnarono sia in Italia che all’estero i rispettivi genitori, negli appuntamenti ufficiali e di protocollo del Quirinale.

A differenza di Marianna e come Ernestina, Laura ha già una sua famiglia: è sposata con Cosimo, che lavora nell’ufficio del Garante della Privacy, ed è mamma di tre bambini, oltre a essere un affermato avvocato.

Mattarella potrebbe anche seguire l’esempio di Enrico De Nicola, che rimase sempre solo, scapolo. E sosteneva che bisognasse esserlo per entrare e rimanere al Quirinale.

LEGGI ANCHE—>IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA NELLE PAROLE DEL FIGLIO BERNARDO —> IL MESSAGGIO AI GIOVANI IN UNA VIDEO INTERVISTA

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere