Sciopero 17 giugno, treni e trasporti a rischio per 24 ore

Oggi 17 giugno c’è sciopero! Disagi per gli autisti e i passeggeri dei mezzi pubblici per questo venerdì all’insegna di ritardi e cancellazioni. Trenitalia, autobus, tram, metro, trasporti marittimi e caselli autostradali a rischio.

Sciopero dei mezzi
Sciopero dei mezzi – Nanopress.it

Lo sciopero di questo venerdì 17 non lascia scampo a nessuno: treni, autobus, tram, metro, trasporti marittimi e caselli autostradali in sciopero.
Questo sciopero nazionale, che durerà 24 ore, ha avuto inizio ieri 16 giugno alle ore 21:00, ciò significa che i disagi non termineranno prima di questa sera.
I sindacati hanno caldamente consigliato ai lavoratori di aderire a questo sciopero nazionale per far sentire la propria voce e per far rispettare i propri diritti sul lavoro, come l’abbassamento del salario minimo, in relazione ai rincari dei prezzi.

Le motivazioni dello sciopero

Prima di vedere gli orari e le informazioni che bisogna sapere sullo sciopero, cerchiamo di capire perché è stato indetto.

Le associazioni hanno dichiarato lo sciopero vuole essere una protesta contro:
l’attuale guerra, per far valere il rispetto della Costituzione italiana; per far rispettare la sicurezza sui luoghi di lavoro e per vietare l’abbassamento del salario minimo dettato dai rincari.

Si prospetta perciò una giornata di disagi e ritardi, ma vediamo quali sono le informazioni da sapere oggi per non avere problemi con gli spostamenti.

Gli orari e tutte le informazioni sullo sciopero

Per quanto riguarda i viaggi in treno, lo sciopero non muterà i viaggi a lunga percorrenza, andando invece a garantire solo alcune fasce di orari per i treni regionali.
Infatti dalle ore 6:00 alle ore 9:00 e dalle ore 18:00 alle ore 21:00, sarà possibile usufruire dei mezzi. 

È stato inoltre attivato un servizio di informazione telefonica gratuito all’ 800.89.20.21. Rimane consigliato verificare ogni cambiamento di orari o eventuali cancellazioni sui siti dedicati, anche se è stato specificato che ogni mutamento sarà tempestivamente comunicato al passeggero in tempo.

Infine Trenord, in Lombardia, non prevede la partecipazione allo sciopero nazionale.

La protesta che riguarda il trasporto pubblico locale è certamente più articolato, infatti gli orari dello sciopero saranno differenti per ogni città.
Vediamoli insieme le principali città italiane:

A Milano lo sciopero coprirà una fascia di tempo compresa tra le 8:45 e le 15:00 e successivamente riprenderà dalle 18:00 a fine servizio.
A Roma il rischio la circolazione dei mezzi pubblici, dalle 8:30 alle 12:30 e toccheranno solo i mezzi di trasporto Atac.
Infine a Napoli, viene garantito solo la fascia di garanzia standard.

Lo sciopero riguarderà anche i caselli autostradali, che potrebbero attivare solo la modalità automatica, che permetterebbe però solo ai guidatori provvisti di telepass a utilizzare il servizio, creando così code in autostrada.

Code in autostrada
Code in autostrada – Nanopress.it

Infine i collegamenti marittimi, come i traghetti da e per le isole maggiori e minori rischieranno di subire variazioni o cancellazioni per tutta la giornata odierna.

Consigliamo pertanto di aggiornarsi prima di uscire di casa.