Sardegna, bruciate le foto dei baci gay affisse in memoria della strage di Orlando

foto shoot me

Foto di Lorenzo Corrias

A Palmas Arborea (Oristano) bruciano le foto dei baci gay affisse per ricordare le vittime della strage d’Orlando. In totale sono 49 immagini, esattamente come le vittime dell’attentato, affisse in diverse città e facenti capo al progetto ‘Shoot me’ di un fotografo sardo, Gianluca Vassallo che ha immortalato coppie gay e etero intente a scambiarsi baci così da non dimenticare mai quanto è accaduto in America.

Eppure a un apprezzabile gesto contro l’omofobia, la risposta è stata violenta e altrettanto omofoba. “Un bacio non può essere negato a nessuno” è questo il messaggio del progetto ‘Shoot me’, ma a Palmas Arborea l’iniziativa non è stata tollerata tanto che qualcuno ha dato fuoco, nella notte tra sabato e domenica, alle foto affisse sulla strada bruciando quasi tutte le immagini raffiguranti baci tra persone dello stesso sesso.
Il progetto di Vassallo era partito da Roma per poi estendersi a molte città italiane tra cui anche Firenze, Milano, Perugia, Cagliari e Torino.

Parole di Chiara Podano

Da non perdere