Sarah Stage, la modella incinta di otto mesi che scatena i commenti sul web

Il suo piccolo pancino è stato preso di mira, ecco perché...

Sarah Stage, la modella incinta di otto mesi che scatena i commenti sul web

[fotogallery id=”5563″]

Sarah Stage è una modella incinta di otto mesi che ha deciso di condividere con i suoi seguaci su Instagram tutti gli step della sua gravidanza. Il fatto che vada in palestra con costanza e si tenga in forma, invece che essere preso come esempio, però, viene criticato alla modella, che per molti starebbe mettendo a serio rischio il suo bambino.

I commenti sul web fioccano, soprattutto le critiche, e in genere Sarah Stage viene considerata una matta perché a un mese dal parto appare troppo magra e, soprattutto, continua a fare palestra, come si vede dai suoi addominali, e dalle foto che posto dopo i workout.

Il dubbio di una parte del popolo di Internet è: il feto subirà delle conseguenze? Ma anche: è giusto che una donna che sta per diventare mamma tenga così in considerazione la sua forma fisica, magari a discapito del suo nascituro?

La giovane modella ripete che segue una alimentazione adeguata, che i medici che la seguono hanno detto che non deve avere timore di nulla, che tutto, insomma, sta procedendo nel migliore dei modi. E per chiarire come la pensa sulla questione, ha risposto alle critiche postando sempre su Instagram una frase molto eloquente: ‘Una donna è quello che vuole essere‘.

Considerando poi che il peso medio di un feto a 33 settimane è compreso tra gli 1,8 e 2 kg, e il piccolo di Sarah ora pesa 2,26 kg, riteniamo che davvero sia tutto nella norma. Che ci sia un pizzico di invidia da parte delle donne? O forse tutti sono abituati a vedere le donne incinta con una zavorra media di 20 chili in più addosso?

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere