Rifiuti, Roberto Gualtieri: “A Roma termovalorizzatori entro il 2026”

Il sindaco di Roma Roberto Gualtieri ha annunciato in Campidoglio l’approvazione definitiva del piano rifiuti. Termovalorizzatori entro il 2026.

Roberto Gualtieri
Roberto Gualtieri – Nanopress.it

In qualità di commissario straordinario di governo per il Giubileo, Roberto Gualtieri ha dato l’annuncio, dopo la conclusione della Valutazione ambientale strategica e la manifestazione di interesse per la realizzazione del termovalorizzatore, definendo oggi una giornata storica.

Roma, Gualtieri annuncia: “Termovalorizzatori entro il 2026”

Svolta per il Comune di Roma, che realizzerà un termovalorizzatore da 600 mila tollennate annue.

Una giornata storica per Roma, città nella quale il problema rifiuti da anni sembra irrisolto, e che deve assolutamente diventare autosufficiente nel trattamento di quest’ultimi per superare la “vergognosa” situazione che la vede senza impianti.

La zona è quella industriale di 10 ettari di Santa Palomba, e l’annuncio è arrivato direttamente da parte del primo cittadino. Roberto Gualteri, commissario straordinario per il Giubileo infatti, ha annunciato durante la presentazione in Campidoglio – per l’approvazione del piano rifiuti – in occasione della Valutazione ambientale strategica la realizzazione del termovalorizzatore, definendo date, modalità e costi, inizio e fine dei lavori.

Oggi è stata infatti presentata la seconda ordinanza, quella che tende a stabilire l’apertura della manifestazione di interesse per la realizzazione. Secondo il primo cittadino della capitale dunque l’impianto dovrà essere pronto tra circa tre anni, operativo già nell’estate del 2026, “forse anche prima”.

Durerà 90 giorni la manifestazione di interesse per la realizzazione, che richiederà l’utilizzo esclusivamente di tecnologie di ultima generazione votate a tutelare l’ambiente.  Il terreno verrà concesso ai costruttori da parte di Ama, a titolo onesto, spiega ancora Gualtieri, il quale afferma che il termovalorizzatore verrà realizzato con il sistema di project financing, senza soldi pubblici.

La realizzazione infatti verrà interamente sostenuta economicamente da chi vincerà la gara d’appalto, anche se la procedura di manifestazione di interesse  non è esclusivamente rivolta ai soggetti privati, ma sarà aperta anche ai soggetti pubblici, e la maggior parte delle multiutility pare sia pubblico-privata, chiarisce ancora Gualtieri.

Termovalorizzatori, Gualteri: “Consentirà di abbassare la tariffa dei rifiuti”

 

Una volta aggiudicata la gara, verranno stabiliti i costi concorrenziali, e lo smaltimento sarà più basso di quello che oggi le società della città stanno pagando per mandare fuori i rifiuti. Il calo, rispetto alla cifra adesso utilizzata da Ama, dovrebbe secondo il commissario di Governo consentire di abbassare la tariffa sui rifiuti. 

Per quanto riguarda le Regionali, Gualtieri invita la maggioranza in Regione Lazio a non dividersi, visto che tali temi non fanno parte del dibattito regionale essendo le ordinanze firmate direttamente dalla presidenza del Consiglio.

Roberto Gualtieri
Roberto Gualtieri – Nanopress.it

Ma la scelta è importante anche e soprattuto dal punto di vista ambientale, considerando che la realizzazione del termovalorizzatore eliminerà dai piani la presentazione di una discarica da un milione di tonnellate. Ma non ci saranno discariche nemmeno collegate al termovalorizzatore a Roma; adesso nella capitale si mettono in discarica circa 500 mila tonnellate, mentre con il nuovo progetto – e con le diminuzioni già nel prossimo anno – si mira ad arrivare a “discarica zero”.