Razzismo: imprenditore compra la pagina di un giornale contro il pregiudizio e l'intolleranza

razzismo astoria wines

Il messaggio che si legge sulla pagina di giornale ‘affittato’ da un imprenditore vinicolo di Treviso è interamente contro il razzismo: ”Intolleranti verso l’intolleranza. La violenza delle parole e dei fatti non è più tollerabile. Non rappresenta né l’Italia né gli italiani. Ora basta! Il rispetto della persona prescinde colore, genere e religione”. L’idea di Paolo Polegato, amministratore delegato di Astoria Vini, nonché padre adottivo di due ragazzi afrocubani, è quella di dire pubblicamente che c’è una parte d’Italia fermamente contraria a ogni forma di razzismo e intolleranza.

Su Facebook la foto che mostra una ragazza africana le cui labbra sono dipinte col tricolore è stata accompagnata da queste parole, citando anche Martin Luther King:

La violenza delle parole e dei fatti non è più tollerabile.

Per questo abbiamo deciso di uscire pubblicamente con questo messaggio domani sulla stampa Nazionale, ci schieriamo contro l’intolleranza: “può darsi non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate, ma lo diventerete se non farete nulla per cambiarla.” MLK
#intollerantiversolintolleranza #metwo #paradossodellatolleranza #astoriawines

La violenza delle parole e dei fatti non è più tollerabile.Per questo abbiamo deciso di uscire pubblicamente con...

Pubblicato da Astoria Wines su Lunedì 30 luglio 2018

Mentre Polegato ha sottolineato che “L’indifferenza è una forma pericolosissima di fiancheggiamento”. “Vedo la diffidenza, l’alzata di cigolio, vedo il pregiudizio. Il ferimento dell’atleta è l’ultimo atto di un’escalation che non si può sempre giustificare tirando in ballo la stupidità della gente. Questi non sono ebeti, sono dei delinquenti”, conclude.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere