Processo rinviato per mancanza di un passaggio al detenuto ai domiciliari

L'uomo fu condannato per aver causato la morte di una pensionata in seguito a uno scippo.

Processo rinviato per mancanza di un passaggio al detenuto ai domiciliari

Senza un’auto ad accompagnarlo, Zoro Radu, un romeno agli arresti domiciliari, non ha potuto essere presente in Tribunale a Roma durante il processo a suo carico previsto in Corte d’Appello. L’uomo è già stato condannato con rito abbreviato dai giudici di primo grado a una pena di cinque anni di reclusione, per l’omicidio preterintenzionale di una donna di 82 anni, morta per le ferite ricevute dopo essere stata scippata.

Non si è potuto celebrare il processo d’appello a Zoro Radu perché non è stato possibile accompagnarlo in tribunale.

Per un originario difetto di notifica, l’uomo non ha potuto essere presente davanti ai giudici perché i carabinieri di Artena, dove si trova ai domiciliari, hanno lamentato la non disponibilità di una mezzo con cui scortare l’imputato in Tribunale.

Il procedimento è stato dunque rinviato alla fine del mese di aprile 2015.

Parole di Kati Irrente

Giornalista per vocazione, scrivo per il web dal 2008. Mi occupo di cronaca italiana ed estera, politica e costume. Naturopata appassionata del vivere green e della buona cucina, divido il tempo libero tra musica, cinema e fumetti d'autore.

Da non perdere