Polonia: bandito Winnie The Pooh, è un cattivo modello

La Polonia si schiera contro un popolare personaggio dei fumetti. Un parco giochi polacco ha bandito, infatti, la figura del celebre Winnie The Pooh, perché ritiene che la sua fisicità sia riconducibile a quella di un ermafrodita.

Winnie the Pooh

La Polonia si schiera contro un popolare personaggio dei fumetti. Un parco giochi polacco ha bandito, infatti, la figura del celebre Winnie The Pooh, perché ritiene che la sua fisicità sia riconducibile a quella di un ermafrodita. Pertanto la sua dubbia sessualità e il suo abbigliamento inappropriato potrebbero costituire un cattivo esempio educativo per i bambini.

Non si tratta di uno scherzo, il famoso orsacchiotto nato dalla fantasia dello scrittore Alexander Milne, che avrebbe dovuto rappresentare il simbolo dell’area ludica di un parco situato nella cittadina polacca di Tuszyn, non è risultato per nulla gradito ai membri più conservatori dell’assemblea cittadina. E’ stato proprio uno di loro ad apostrofarlo come ‘ermafrodita’.

Un consigliere in fase di discussione ha aggiunto: ‘Non solo ha un’identità sessuale dubbia, il problema è che quest’orso non è nemmeno del tutto vestito. È mezzo nudo e pertanto inappropriato per i più piccoli’.

La discussione, che peraltro è stata registra di nascosto ed è finita pure sulla stampa locale, ha decretato, alla fine, il personaggio che sarebbe divenuto il simbolo del parco giochi…e ovviamente non era più Winnie The Pooh.

Povero Winnie, scalzato via da un altro personaggio, soltanto perché non porta le mutande…

Parole di Beatrice Elerdini

Beatrice Elerdini è stata una collaboratrice di Nanopress dal 2014 al 2019, occupandosi di cronaca e attualità. Degli stessi argomenti ha scritto su Pourfemme dal 2018 al 2019.

Da non perdere