Perché sempre più persone scelgono il noleggio a lungo termine

Il noleggio a lungo termine è una soluzione sempre più diffusa, sia tra i professionisti che tra i privati. Vediamo insieme quali sono i suoi principali vantaggi (economici e non solo)

uomo al volante

Foto Unsplash | Darwin Vegher

Il noleggio a lungo termine è una soluzione sempre più diffusa, sia tra le aziende e i professionisti con partita IVA che tra i privati. Quali sono i vantaggi che portano sempre più persone a optare per questa formula? Vediamoli insieme.

Noleggio a lungo termine: come funziona?

Il contratto di noleggio a lungo termine prevede la concessione in noleggio di un’auto per un periodo di tempo esteso, a fronte del versamento di un canone mensile fisso. Tale canone, oltre a essere la quota da versare per avere a disposizione la vettura, comprende anche tutta una serie di servizi accessori, che in caso di auto di proprietà sono invece a carico dell’automobilista, tra cui il bollo, l’assicurazione del veicolo, il cambio gomme, diversi interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, il soccorso stradale e l’assistenza nella gestione dei sinistri.

Questa formula ha quindi un enorme vantaggio: nel momento in cui si richiede il preventivo per noleggio a lungo termine, selezionando il chilometraggio più adatto alle proprie esigenze, si ha già la possibilità di conoscere con esattezza i costi da sostenere mensilmente (al contrario di una rata di acquisto, che spesso va a subire variazioni nel tempo), senza dover mettere in conto spese aggiuntive date da interventi di manutenzione o imprevisti.

Nessuna svalutazione dell’usato

Un altro vantaggio economico importante, soprattutto in una prospettiva a lungo termine, è che non si ha nessuna svalutazione dell’usato, e di conseguenza nessuna perdita di capitale per il guidatore.
Quando, trascorso qualche anno, si vuole cambiare auto e passare a un modello più recente o più grande, si cerca di ammortizzare i costi del nuovo acquisto rivendendo il proprio veicolo usato.

Questa però spesso si rivela un’operazione tutt’altro che semplice: innanzitutto, la prima difficoltà da affrontare è la ricerca di un compratore interessato (in particolare se il mezzo da rivendere è un’automobile a Diesel, la cui circolazione è sempre più limitata dalle nuove normative ambientali); nel momento in cui si riesce a finalizzare la vendita del proprio usato, poi, non si può che constatare che il prezzo di vendita è nettamente inferiore a quello di acquisto, a prescindere dal fatto che l’automobile si trovi in condizioni ottime.

Con il noleggio a lungo termine, invece, il problema non sussiste: al termine del periodo di noleggio si riconsegna semplicemente l’auto, e si decide eventualmente di stipulare un nuovo contratto con un’altra vettura. Questo ha anche un ulteriore vantaggio: se si tende a non cambiare un’automobile di proprietà finché non diventa assolutamente necessario, l’assenza di perdita di capitale data da questa formula incentiva chi guida a sostituire la vettura più frequentemente, orientandosi verso modelli più recenti e quindi più efficienti anche in termini di emissioni.

A chi conviene il noleggio a lungo termine?

Come abbiamo visto, questa soluzione presenta innegabili vantaggi dal punto di vista economico. Sono fondamentalmente tre i fattori da considerare per valutare se si tratta di un’opzione adatta alle proprie esigenze: la percorrenza chilometrica annua (conviene se è almeno circa 15000 Km), l’aspettativa di possesso di vettura e la possibilità di detrarre le spese dalla dichiarazione dei redditi annuale. Se si rispettano questi tre punti, allora il noleggio a lungo termine è un’idea da tenere sicuramente in considerazione.

Parole di Redazione

Da non perdere