Pensioni giugno, fuori le date ufficiali: ci sono anche 200 euro di bonus | Segnati il giorno

Giugno è ormai iniziato. Vediamo insieme quali saranno le date del pagamento delle pensioni di giugno e la novità che aspetta alcuni pensionati. 

Pensioni
Pensionata – Nanopress.it

Incassare le pensioni è un momento molto atteso per molti date le molteplici spese in aumento.

Pensioni di giugno: le date

Lo stato di emergenza è stato dichiarato concluso e, quindi, non ci saranno più anticipi sui pagamenti delle pensioni. Tuttavia, ci sono ancora delle regole per il loro ritiro che, alla posta e in ufficio, può avvenire in modo scaglionato. Lo scopo è quello di evitare gli assembramenti.

Pensioni di giugno
Pensioni di giugno – Nanopress.it

Ne consegue, dunque, che la data bancabile viene considerata come il primo giorno non festivo utile del mese e quindi, il 1 giugno. Si rispetterà, dunque, una specifica turnazione basata sull’alfabeto per lettera del cognome. Con uno scaglionamento specifico non solo si tutelerà la salute dei cittadini ma anche la possibilità, per loro, di usufruire meglio del servizio. Le pensioni potranno essere prelevate fino all’8 giugno e seguirà il seguente calendario:

  • 01/06/22 cognomi dalla A alla B;
  • 03/06/2022 cognomi dalla C alla D;
  • mattina del 04/06/2022 cognomi dalla E alla K;
  • 06/06/2022 cognomi dalla L alla O;
  • 07/06/2022 cognomi dalla P alla R;
  • 08/06/2022 cognomi dalla S alla Z.

Naturalmente, è escluso il giorno 2 perché si celebra la Festa della Repubblica. Non cambierà nulla, invece, per chi ha scelto l’accredito sul conto corrente bancario o postale.

A chi spetta il bonus di 200 euro

Le pensioni, per qualcuno, potrebbero essere leggermente più consistenti a seguito dell’approvazione di un bonus da parte del Governo. Si tratta di una cifra pari a 200 euro che ha creato non poche polemiche circa la sua utilità per le famiglie che devono fare i conti con molti rincari. Il bonus, infatti, è stato stanziato proprio per far fronte al rincaro di energia elettrica. 

Chi può usufruire del bonus dovrà attendere il mese prossimo. Nel cedolino di giugno potrebbe apparire un aumento ridotto a causa del tasso di rivalutazione provvisorio che l’INPS ha applicato. Potranno ottenerlo soltanto i pensionati che hanno un reddito lordo annuo che non supera i 35 mila euro. Una misura, dunque, che non riguarda tutti i pensionati.

Pensioni di giugno
Pensioni di giugno – Nanopress.it

Luglio, inoltre, è anche il mese in cui vengono pagate le quattordicesime, se previste. In questo modo, la pensione percepita, potrebbe essere in qualche modo più consistente.