Papa Francesco rinvia il suo viaggio in Africa per problemi di salute

I malesseri che Papa Francesco soffre da mesi al ginocchio, hanno portato i suoi medici a consigliare il riposo per non compromettere la sua guarigione.

Papa Francesco proclama 10 nuovi santi-nanopress.it
Papa Francesco proclama 10 nuovi santi-nanopress.it

Papa Francesco non si recherà nella Repubblica Democratica del Congo e in Sud Sudan all’inizio di luglio, come previsto, su consiglio medico, a causa del dolore che ha sofferto al ginocchio per alcuni mesi e che gli impedisce di camminare.

Papa Francesco non andrà in Congo e in Sud Sudan

Il Vaticano ha riportato la decisione del pontefice in un breve comunicato in cui sottolinea che Bergoglio ha deciso di seguire “con rammarico” la raccomandazione dei medici, per non compromettere i risultati della terapia che sta subendo. La nuova data del viaggio è ancora da definire.

Il portavoce del Papa, Matteo Bruni, ha sottolineato che la visita del pontefice in Africa, prevista dal 2 al 7 luglio, è stata posticipata e non è stata annullata, e ha spiegato che l’infortunio al ginocchio di Francesco sta procedendo favorevolmente e che il dolore è diminuito. “I medici hanno spiegato che uno sforzo eccessivo potrebbe indurlo a tornare alla situazione precedente e che i vantaggi raggiunti finora potrebbero essere compromessi”, ha sottolineato.

Nelle ultime settimane Bergoglio si è mantenuto un certo riposo, si è spostato su una sedia a rotelle ed ha evitato di presiedere a messe e altre cerimonie liturgiche che lo avrebbero tenuto in piedi troppo a lungo, anche durante le celebrazioni della Settimana Santa. Bergoglio però non ha ridotto il suo fitto programma in Vaticano.

Lo stesso venerdì ha incontrato la Presidente della Commissione Europea, Ursula Von der Leyen, e ha ricevuto la Federazione delle Associazioni Cattoliche d’Europa, un gruppo di bambini di una parrocchia di Blaj (Romania) e i partecipanti a un convegno sulla spiritualità.

Con Von der Leyen, il pontefice ha ribadito l’impegno comune a lavorare per porre fine alla guerra in Ucraina, provocata dopo l’invasione russa, con particolare attenzione agli aspetti umanitari e alle conseguenze alimentari. Questo lunedì, Francesco riceverà in udienza privata il ministro della Presidenza spagnolo, Félix Bolaños.

Nonostante il riposo e le cure che sta ricevendo basate sulle infiltrazioni, i problemi che l’85enne Papa ha al ginocchio non sembrano essere migliorati notevolmente. Secondo il quotidiano locale Il Messaggero, qualche giorno fa Francesco ha confessato ai vescovi italiani, durante un incontro, che non voleva essere operato e che continuerà con le infiltrazioni per curare il suo disturbo.

“Dicono che questo succede solo agli anziani, non so perché è successo a me”

Come sottolineano alcuni media, il pontefice non ha reagito bene all’anestesia quando è stato operato al colon lo scorso luglio, quindi avrebbe espresso il desiderio di non passare più in sala operatoria. Lo stesso Papa Francesco ha pubblicamente rivelato di soffrire di un’infiammazione del legamento del ginocchio, che limita i suoi movimenti e provoca dolore al minimo movimento.

Papa Benedetto XVI
Papa Benedetto XVI – NanoPress.it

“Dicono che questo succede solo agli anziani, non so perché è successo a me”, ha scherzato in un’occasione. Il rinvio del viaggio di luglio è stato una sorpresa, dato che era completamente organizzato, era stato pubblicato il programma definitivo con tutte le soste previste nei due paesi africani, ed era stata addirittura pubblicata la lista dei giornalisti che avrebbero viaggiato con lui sull’aereo papale.

Papa Francesco ha anche in programma un viaggio in Canada dal 24 al 30 luglio, che, in assenza di comunicazioni ufficiali, rimane per il momento. Tuttavia, il mese scorso ha dovuto rimandare un’altra visita in Libano che aveva programmato per giugno, anche se in questo caso, e a differenza del viaggio in Africa, il viaggio era stato annunciato unilateralmente ad aprile dal presidente di quel paese, Michel Aoun, mentre il Vaticano non lo aveva mai confermato.

Nonostante nei nove anni di pontificato la salute di Bergoglio non abbia destato particolari preoccupazioni, in questi mesi alcuni ambienti hanno messo in dubbio la capacità di Francesco di affrontare il suo intenso programma e soprattutto il viaggio in Africa, che sarebbe stato estenuante anche senza i suoi problemi al ginocchio.

In questi giorni si sono fatte anche speculazioni sul futuro del pontificato di Francesco. Diversi media locali hanno indicato un’ipotetica dimissioni di Bergoglio, soprattutto dopo la sua recente decisione di istituire ad agosto, data insolita per questo tipo di cerimonie, 16 nuovi cardinali in età elettorale nel prossimo conclave e per i suoi progetti di rendere omaggio, anche in quel mese, al primo Papa che si dimise dall’incarico: Celestino V, nel XIII secolo.

Tuttavia, Francesco non ha dato alcuna indicazione di voler o intende dimettersi. Gli osservatori vaticani affermano che le dimissioni del papa ora sarebbero impensabili dato che il suo predecessore, il papa emerito Benedetto XVI, 95 anni, è ancora vivo. Benedetto XVI ha riconosciuto in alcune occasioni che le sue difficoltà a compiere viaggi lunghi e faticosi, come alcuni di quelli che devono fare i pontefici, e che in alcuni casi, hanno avuto un grande peso nella decisione di dimettersi dal pontificato.

Lo scorso settembre, dopo l’operazione al colon, Francisco ha detto di non aver preso in considerazione l’idea di dimettersi. “Ogni volta che il Papa è malato, c’è una brezza o un uragano del conclave”, ha avvertito.