Orto, l’antico metodo dei contadini per averlo rigoglioso | Raccolto ricco e abbondante

Orto rigoglioso e ricco? Ecco l’antica tecnica di coltivazione francese che consente di massimizzare il raccolto, sfruttando le dimensioni contenute del terreno.

Cura dell’orto
Antico metodo per l’orto – Nanopress.it

Avere un orto di dimensioni contenute non implica necessariamente avere un raccolto scarso e poco ricco. Esiste un antico metodo dei contadini che consente di sfruttare al meglio i piccoli orti e di ottenere raccolti abbondanti e ricchi, prestando massima attenzione al rispetto dell’ambiente.

Infatti, si tratta di una tecnica di coltivazione che affonda le radici in Francia nel XIX secolo e, al contempo, è un metodo all’avanguardia in quanto non ricorre all’utilizzo di prodotti chimici. Dopo anni ed anni di sfruttamento dell’ambiente e di utilizzo dei pesticidi, si è ritornati alla “vecchia scuola”.

Scopriamo in questa guida quale antico metodo di coltivazione utilizzare per sfruttare al meglio i piccoli spazi e per ottenere un raccolto abbondante.

Orto rigoglioso e abbondante: preparare il terreno

Seminare il proprio orticello non è solo un hobby, ma può aiutare a raggiungere grandi soddisfazioni, a risparmiare sulla spesa del supermercato e consente di cibarsi dei prodotti della propria terra.

orto biointensivo raccolto abbondante
Orto biointensivo raccolto abbondante – Nanopress.it

Il primo passo per ottenere un raccolto abbondante in piccoli spazi è preparare il terreno circostante: nel caso in cui il terreno che si vuole seminare sia rimasto incolto per parecchi anni, è bene effettuare la vangatura per fare sì che si formino agglomerati rocciosi nel terreno da coltivare. La presenza di agglomerati rocciosi inibisce la crescita delle piante.

Successivamente, è necessario procedere con la concimazione del terreno con un compost a base di azoto, potassio e fosforo per promuovere la crescita delle piante.

Raccolto ricco e abbondante: il metodo dell’orto biointensivo

Un metodo di coltivazione antico che affonda le proprie origini nell’Ottocento è quello dell’orto biointensivo.

Orto rigoglioso
Orto biointensivo rigoglioso – Nanopress.it

Si tratta di un antico metodo dei contadini francesi che consente di massimizzare la resa, di sfruttare al meglio i piccoli spazi, di migliorare la qualità del terreno e di evitare l’utilizzo dei prodotti chimici.

Questa tecnica di coltivazione consente di rispettare l’ambiente circostante, di non ricorrere all’utilizzo di prodotti chimici velenosi e di macchinari agricoli motorizzati.

L’orto biointensivo consente di avere numerose varietà di piante, che convivono in modo armonioso e di creare una sorta di tappetto verde, che espleta un ruolo di protezione.

Grazie alla presenza di tante piantine, è possibile proteggere il terreno dai raggi solari, preservando l’umidità dell’humus e favorendo la convivenza di lombrichi ed altri microrganismi essenziali volti a stimolare la crescita delle specie vegetali.

Questa tecnica di coltivazione, come si può ben comprendere, favorisce la varietà e la compresenza di ortaggi diversi.