Operaio precipita da un’impalcatura e muore: tragedia a Nova Siri

Nuovo incidente sul lavoro, dramma in un cantiere a Nova Siri, provincia di Matera: un operaio è precipitato da un’impalcatura ed è morto poco dopo per le conseguenze della caduta.

ambulanza
Ambulanza – Nanopress.it

La tragedia si sarebbe verificata all’interno di un cantiere per la ristrutturazione di un condominio e tutti i tentativi di soccorso si sarebbero rivelati vani.

Operaio cade da impalcatura e muore in provincia di Matera

Un operaio è morto dopo la caduta da una impalcatura su cui si sarebbe trovato al lavoro nell’ambito di una attività di ristrutturazione condominiale. Il dramma si è verificato nel Comune di Nova Siri, provincia di Matera.

La vittima dell’ennesimo incidente mortale sul lavoro sarebbe un uomo di 53 anni, secondo quanto riportato dall’Adnkronos in queste ore.

Nova Siri, operaio morto dopo una caduta: la ricostruzione

Il caso di Nova Siri riguarda un operaio che, secondo la prima ricostruzione, sarebbe caduto da un’impalcatura finendo al suolo da un’altezza di circa 5 metri.

All’interno del cantiere edile sarebbero in corso i rilievi dei Carabinieri della locale stazione e dagli uomini del Nil (Nucleo Ispettorato del Lavoro).

All’arrivo dei soccorsi, le condizioni della vittima sarebbero apparse immediatamente gravissime e ogni tentativo di salvare la vita del 53enne si sarebbe rivelato vano.

Morti sul lavoro: 4 vittime in 48 ore in Italia

Non si arresta la lunga scia di sangue per le morti sul lavoro nel Paese. Nelle ultime 48 ore sono 4 gli operai che hanno perso la vita in altrettanti gravissimi incidenti in diverse zone d’Italia.

attrezzature da cantiere
Attrezzature da cantiere – Nanopress.it

Oltre al 53enne morto a Nova Siri, tragedie anche nel Leccese, nel Veronese e nel Perugino.

L’operaio morto in provincia di Lecce è un 72enne, anch’egli caduto da un’altezza di circa 5 metri come il 53enne deceduto a Nova Siri.

L’incidente del Veronese sarebbe avvenuto a Legnago, vittima un operaio schiacciato da una matassa di ferro durante le operazioni di scarico da un camion all’interno di una azienda.

Altra tragedia quella del Perugino, in località Ponticelli a Città della Pieve. Un operaio sarebbe stato travolto da un treno in transito sopraggiunto mentre stava lavorando sulle canaline al lato dei binari.

A questi gravissimi episodi si sommano i casi di due lavoratori che sarebbero rimasti ustionati da iodio vaporizzato, mentre operavano all’interno di uno stabilimento della provincia di Monza. Secondo quanto finora emerso sulle condizioni di entrambi, non verserebbero in pericolo di vita.