Omicidio a Varese. Anziana trovata morta in casa

Una anziana donna di 73 anni è stata trovata morta nella sua casa di Malnate (VA). Si indaga per omicidio a Varese in quanto sono stati trovati segni di aggressione sulla donna.

Omicidio a Varese
Inquirenti sulla scena del delitto a Malnate-Nanopress.it

L’anziana Signora, Carmela Fabozzi, era riversa a terra esamine in una pozza di sangue quando il figlio è entrato nell’appartamento. Secondo gli accertamenti dei Carabinieri la donna avrebbe aperto la porta al suo aggressore. Non sono stati trovati, infatti, segni di scasso, la morte è sopraggiunta perché colpita più volte al capo con uno o più corpi contundenti. 

Uccisa nel salotto di casa dunque, forse, per una rapina o tentata rapina. Gli investigatori hanno sequestrato, intanto, il cellulare della vedova per ricostruirne gli ultimi momenti di vita e fare chiarezza sull’accaduto.

Le indagini sull’omicidio di Varese

La signora, considerata da tutti una persona riservata, vedova da qualche anno era sola in casa come sempre. Nessun segno di infrazione alla porta, nessun rumore particolare avvertito dai vicini, nessuna richiesta d’aiuto o grida. Il tutto lascia pensare che la donna abbia aperto la porta al suo aguzzino.

Altra ipotesi è che, forse, la signora abbia in qualche modo dimenticato la porta aperta o comunque la porta non era chiusa a chiave. Sorpresa poi nel salotto della sua abitazione non ha avuto il tempo di reagire.

La rapina è una ipotesi al vaglio del Nucleo Investigativo di Varese ma nulla sembrerebbe mancare da casa. Nessun cassetto rovistato nessun oggetto sembra essere fuori posto.

Carmela Fabozzi morta a Varese
Carmela Fabozzi trovata morta a Malnate (VA)-Nanopress.it

A questo punto gli inquirenti non scartano nessuna ipotesi. Sulla donna è previsto anche l’esame  autoptico per verificare una possibile aggressione a sfondo sessuale. I carabinieri hanno, comunque, repertato ogni piccolo elemento utile a rinvenire impronte o una qualsiasi traccia biologica dell’assassino.

Le varie testimonianze dai figli della signora e le loro compagne, ai vicini di casa in questo momento fanno escludere anche possibili litigi familiari o tra vicini. Nessun dissidio è emerso nella vita della vittima dalle varie dichiarazioni.

L’appartamento di Via Sanvito a Malnate  è stato posto sotto sequestro. Le indagini non escludono nulla da una rapina finita male, ad una tentata violenza o ad un delitto passionale.