Occhio a questa pianta che in tanti coltivano: è tossica | Ti ustioni all’istante

Occhio a questa pianta che in tanti coltivano: si tratta di una pianta ornamentale che può arrecare ustione alla pelle e cecità.

Piante velenose
Ustioni – Nanopress.it

Giardinaggio e passione per la botanica: sono tantissimi che si dilettano a coltivare per hobby o per occupare il tempo libero. Ma non tutti sanno che esiste una pianta ornamentale che può risultare tossica e provocare ustioni sull’epidermide e cecità all’istante.

Bisogna stare attenti ed evitare di venirne a contatto: si tratta di una pianta che in tanti coltivano. Vuoi sapere di quale pianta ornamentale si tratta? Continua a leggere questa guida e scopri di quale pianta si tratta. È davvero tossica!

Occhio a questa pianta: è altamente tossica!

Si tratta di una pianta ornamentale che si trova sia nei giardini privati che in luoghi incolti, selvatici e sulle rive dei fiumi. Si tratta di una pianta della famiglia delle Apiaceae, che produce fino a centomila semi l’anno, i quali si propagano con il vento, si attaccano ai peli degli animali e raggiungono anche km e km di distanza.

pianta tossica
Panace di Mantegazza – Nanopress.it

Proprio per la sua rapidità di diffusione, questa pianta di origine caucasica è considerata invasiva, pericolosa e altamente tossica per gli esseri viventi.

Pianta tossica: di quale specie vegetale ornamentale si tratta?

Il suo nome scientifico è Heracleum mantegazzianum o pànace di Mantegazza o di Mantegazzi o panace gigante. Il nome di questa pianta è un omaggio al neurologo, igienista e antropologo Paolo Mantegazza, amico degli studiosi di botanica, Emile Levier e Stefano Sommier.

Si tratta di una pianta indesiderata e considerata una “specie aliena invasiva”: è capace di minacciare la biodiversità e di cagionare la distruzione della vegetazione.

Il panace di Mantegazza è una pianta ornamentale che è stata importata sul Vecchio Continente dal Caucaso alla fine dell’Ottocento. Solamente a partire dagli anni Cinquanta del XX secolo la pianta si è diffusa nei luoghi incolti, nei prati e sulle rive dei fiumi.

Il panace gigante è un’erbacea di grandi dimensioni, che può raggiungere anche i 5 metri di altezza. I fiori sono di colore bianco o verde-giallastro, le foglie sono lobate, di colore verde brillante tendente al giallo e i frutti sono coperti da peli irti e hanno un aspetto ovoidale.

Panace gigante: è tossica ed è un pericolo per la biodiversità

Il panace gigante è una pianta tossica e pericolosa per l’uomo e costituisce una vera minaccia per la biodiversità. La sua linfa è tossica e pericolosa se viene a contatto con la pelle o con gli occhi.

Questa pianta ornamentale è capace di minacciare la biodiversità e provoca la distruzione della vegetazione.

pianta tossica
Panace di Mantegazza – Nanopress.it

Al tatto il panace di Mantegazza provoca gravi infiammazioni e lesioni bollose che possono lasciare cicatrici permanenti. Nel caso in cui si voglia estirpare il panace gigante è bene indossare guanti e vestiti protettivi incluse protezioni per gli occhi.