«Nonna aiutami, devo pagare i debiti»: si finge nipote della donna e le ruba 6 mila euro

L’uomo dall’altro lato della cornetta si finge suo nipote per poterle chiedere un prestito di emergenza per pagare i debiti. La donna preoccupata per il presunto nipote, versa immediatamente 6 mila euro.

Signora anziana al telefono
Signora anziana al telefono – Nanopress.it

«Nonna aiutami, devo pagare un debito». Queste le parole che ha sentito la signora di 76 anni, vittima di questo furto.

L’uomo l’avrebbe convinta ad essere il nipote, portandola con la furbizia a fare un versamento a suo favore di 6 mila euro.

Una decine di telefonate da parte di un uomo che non è stato ancora identificato e che l’ha truffata con l’inganno.

L’inganno ai danni della donna

Una donna di 76 anni è stata truffata da un anonimo che si fingeva suo nipote.

La donna avrebbe ricevuto diverse telefonate con la richiesta di aiuto per poter risolvere un problema economico.

Il finto nipote avrebbe infatti convinto la signora anziana sull’isola di Ischia a versare con una certa urgenza un ingente somma.

Si tratta di un versamento di 6 mila euro a favore dell’uomo che ha ingannato la donna.

Quell’uomo dall’altra parte della cornetta però non era suo nipote, ma uno sciacallo che è riuscito a truffarla.

Dopo aver acconsentito ad aiutare il nipote per pagare i suoi debiti la signora avrebbe racimolato i contati che aveva in casa e diversi oggetti preziosi.

Nel frattempo, nelle telefonate che si sono susseguite tra i due, l’uomo le spiegava come avrebbe dovuto fare per aiutarlo.

La donna non ci ha pensato due volte e alla richiesta di aiuto del nipote si è spogliata di tutti i suoi averi.

Purtroppo però, l’uomo che ha aiutato non era suo nipote.

Il ritiro della refurtiva

L’uomo, dopo aver convinto la donna di essere suo nipote e di aiutarlo per venire in contro ad un debito, le ha poi spiegato cosa doveva fare.

A quanto pare l’uomo le avrebbe detto che poco dopo la loro telefonata sarebbe passato da casa sua un amico a ritirare la somma richiesta.

E così, la donna presa dalla paura che il nipote potesse essere in difficoltà, ha raccolto 1.600 euro in contanti che aveva in casa e tutto che potesse essere utile.

Nella refurtiva ci sono diversi monili in oro dal valore di cinquemila euro.

Poi la donna, come indicazione telefoniche, li ha consegnati all’uomo che si è presentato come da accordi alla sua porta.

 Poco dopo però la donna si è resa conto della truffa in cui si era ritrovata per amor del nipote.

Ha perciò prontamente contattato i carabinieri.

Sirene dei carabinieri
Sirene dei carabinieri – Nanopress.it

In seguito alla segnalazione i militari del nucleo operativo e radiomobile di Ischia si sono messi al lavoro per cercare l’uomo.

Poco dopo il truffatore di 57 anni è stato fermato a bordo di un aliscafo in procinto di partire per Napoli.

L’uomo era già conosciuto dalle forze dell’ordine.

Attualmente però della refurtiva non c’è traccia, ma continuano le indagini.