Niente riscatto, Joao Mario torna all'Inter

Il centrocampista portoghese, dopo il prestito alla Lokomotiv Mosca in Russia, farà ritorno a Milano: la società moscovita, infatti, ha deciso di non esercitare l'opzione di riscatto

Joao Mario

Foto Getty images | di Yifan Ding

Il campionato non è ancora terminato (restano ancora tre giornate da giocare) che già si iniziano a intensificare le voci di mercato. E in questo campo, per l’Inter di Antonio Conte arriva una notizia non esaltante dal punto di vista finanziario visto che la Lokomotiv Mosca ha deciso di non esercitare la propria opzione di riscatto su Joao Mario.

L’annuncio della Lokomotiv Mosca sul mancato riscatto

La Lokomotiv Mosca, club del campionato russo, ha appena annunciato che il centrocampista non resterà in Russia. Il club moscovita ha deciso dunque di non esercitare l’opzione di riscatto per il calciatore, che terminata l’attuale stagione, potrà tornare a Milano, sponda nerazzurra, dove ha ancora due anni di contratto. Lo stesso Joao Mario saluta il club russo con un post su Instagram: “Vorrei ringraziare tutti alla Lokomotiv, dal presidente dallo staff fino ai compagni e ai tifosi, per avermi fatto sentire a casa in questa stagione. È stato un piacere indossare la vostra maglia e lottare per i vostri colori. Lascio con un sentimento positivo per i momenti condivisi, vi auguro il meglio”.

Una decisione, quella della Lokomotiv Mosca, della quale l’Inter non può dirsi felice perché dal riscatto di Joao Mario sarebbero dovuti arrivare ben 18 milioni di euro, soldi che la società avrebbe potuto investire nella campagna acquisti. L’allenatore infatti, ha esplicitamente chiesto che la rosa venga rafforzata e il piccolo tesoretto ricavato dalla preventiva cessione del portoghese avrebbe rappresentano una base per rientrare degli acquisti, primo su tutti Hakimi. Così non sarà, invece, con Joao Mario che quasi certamente verrà rimesso sul mercato e l’Inter a cercare di incrementare gli introiti attraverso altre cessioni.

Leggi anche: mercato Inter, il primo acquisto per la difesa

Parole di Redazione

Da non perdere