Naufragio al largo della Siria: decine di morti | Tra le vittime anche bambini

Si aggrava il bilancio di un naufragio registrato poche ore fa al largo della Siria: le vittime, secondo quanto finora emerso, sarebbero decine e tra i morti ci sarebbero anche dei bambini. 

soccorso migranti
Soccorso di migranti – Nanopress.it

Decine finora i morti nelle acque al largo della Siria a seguito di un naufragio che avrebbe coinvolto un’imbarcazione con a bordo un centinaio di migranti provenienti dal Libano.

Naufragio al largo della Siria: morti anche dei bambini

La notizia del naufragio in cui sarebbero morte almeno 80 persone, al largo della Siria, sarebbe stata diffusa poche ore fa dalle autorità libanesi. Il governo di Beirut, riporta Ansa, avrebbe confermato il decesso di almeno 80 migranti tra i circa 100 che si sarebbero trovati a bordo dell’imbarcazione.

Secondo i media libanesi, i corpi di alcune delle vittime sarebbero stati già recuperati al largo delle coste siriane e vi sarebbero anche diversi bambini.

Decine di persone hanno perso la vita

Stando a quanto finora ricostruito, decine di persone avrebbero perso la vita nel disastro al largo della Siria e le autorità avrebbero confermato il ritrovamento di almeno 15 corpi.

migranti
Migranti – Nanopress.it
Il naufragio sarebbe avvenuto nel pomeriggio di ieri nelle acque di fronte alla costa di Tartus, in Siria, non lontano dal confine con il Libano da cui i migranti proverebbero. Tra le vittime donne e bambini.
Fonti governative libanesi avrebbero inoltre fornito un aggiornamento sulle operazioni di soccorso: attualmente le attività di recupero sarebbero ancora in fase di svolgimento, avviate nella giornata di ieri a margine del naufragio.
L’imbarcazione sarebbe salpata da un’area a nord del Libano e poco dopo si sarebbe consumata la tragedia.

L’ultimo allarme prima del dramma

Stando alle informazioni rilanciate in queste ore dalle agenzie, l’ultimo allarme lanciato dall’imbarcazione con a bordo decine di migranti sarebbe stato registrato al largo delle coste di Creta.

Secondo la denuncia di alcuni parenti delle vittime, la barca risultava dispersa da circa 72 ore prima del ritrovamento. Alcune famiglie avrebbero perso i contatti con i loro cari da lunedì scorso e, riporta ancora Ansa, nelle ultime ore si sarebbero riunite a Tripoli per sollecitare un’indagine sulla tragedia.

Al momento non è chiaro quanti siano i naufraghi tratti in salvo e quanti, invece, abbiano trovato la morte in mare. Il bilancio delle 15 di oggi parla di 81 morti, ma potrebbe aggravarsi ulteriormente.

Il governo di Beirut avrebbe inoltre riferito dell’intervento dell’esercito nazionale per supportare le operazioni di soccorso che proseguono da ore.