Molestie alle studentesse su WhatsApp: indagato professore di filosofia del liceo Tasso di Roma

liceo Tasso di Roma

liceo Tasso di Roma

Uno scandalo rischia di investire il liceo Tasso di Roma, uno dei più prestigiosi della Capitale, dove un professore di filosofia è stato indagato per molestie. Alcune studentesse, infatti, lo hanno denunciato per alcuni messaggi hot su WhatsApp.
La storia è cominciata qualche mese fa, quando alcune ragazze del liceo Tasso, tutte minorenni, avrebbero cominciato a ricevere messaggi piccanti da parte del professore su WhatsApp. Messaggi in cui l’uomo, approfittando del ruolo di potere insegnante-alunna, di fatto avrebbe cercato di ottenere dalle ragazze delle prestazioni sessuali. Pena ritorsioni in classe.

Le ragazze, quando hanno scoperto di non essere le uniche, hanno preso coraggio e si sono rivolte alla Procura, denunciando il fatto e mostrando al magistrato le prove.

Il professore è stato temporaneamente sospeso, in attesa dell’interrogatorio: se la vicenda sarà confermata, sarà inevitabile innanzitutto il licenziamento. Sul prof di filosofia, intanto, pende l’accusa per molestie.

Parole di Francesco Minardi

Da non perdere