Mohamed Bin Salman: Biden va in Arabia Saudita e incontra il principe ‘reietto’

La crisi energetica porta il presidente degli Usa, Joe Biden, a coinvolgere il principale esportatore di petrolio in un tour in Medio Oriente, che ha definito Mohamed Bin Salman “paria” dopo l’omicidio del giornalista Jamal Khashoggi.

Mohamed Bin Salman
Mohamed Bin Salman – NanoPress.it

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, visiterà il Medio Oriente dal 13 al 16 luglio e ha incluso nella sua rotta una visita in Arabia Saudita, come riportato da un alto funzionario del governo statunitense.

Mohamed Bin Salman, da emarginato ad alleato

Possiamo aspettarci che il presidente incontri il principe ereditario”, ha detto la fonte. Nel bel mezzo della crisi energetica, Biden ha incluso nel suo tour il principale esportatore di petrolio, abbandonando lo scopo di ostracizzare il principe saudita, per il brutale omicidio del giornalista Jamal Khashoggi nel 2018 al consolato saudita di Istanbul.

Il viaggio, il primo di Biden in Medio Oriente da presidente, lo porterà anche in Israele e in Cisgiordania, ma la parte controversa è lo scalo nella città saudita di Jeddah e il suo incontro con il principe ereditario Mohamed Bin Salman.

. Nel 2019, in un dibattito alle primarie democratiche, e in riferimento all’assassinio di Khashoggi, Biden è stato molto severo con il regime saudita: “Andremo, infatti, a fargliene pagare il prezzo”, ha detto.

Biden ha fatto della promozione della democrazia e dei diritti umani l’asse di gran parte della sua politica estera. Nel suo viaggio in Asia fece tappa in Corea del Sud e Giappone e si oppose all’alleanza informale dei Quad (Stati Uniti, Giappone, Australia e India) con il regime autoritario cinese.

Jamal Khashoggi
Jamal Khashoggi – NanoPress.it

Il Dipartimento di Stato ha definito un “errore” il viaggio di Michelle Bachelet in Cina come Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani. Al Vertice delle Americhe, gli Stati Uniti hanno posto il veto a Cuba, Venezuela e Nicaragua per la loro mancanza di rispetto per le democrazie, anche a prezzo di essere boicottati da altri leader latinoamericani.

Tuttavia, con l’Arabia Saudita, Washington ha deciso di voltare pagina. A quasi due settimane dall’inizio della circolazione delle informazioni su un possibile viaggio di Biden in Arabia Saudita, la Casa Bianca ha deciso di porre fine alla speculazione, confermando la visita e cercando di giustificarla.

“Il presidente non cambierà le sue opinioni sui diritti umani, lo ha messo in chiaro”, ha detto la fonte. Tuttavia, “se determina che è nel suo interesse relazionarsi con un determinato leader e se tale relazione può produrre risultati, lo farà”, ha aggiunto.

Dopo essere stato eletto presidente, Biden non solo non ha applicato alcuna sanzione al regime saudita o a Mohamed bin Salman, ma ora visita il Paese e prevede di incontrare lo stesso principe ereditario, considerato un uomo forte del regime.

Biden poi andrà in Israele e Cisgiordania

L’intelligence statunitense lo ha identificato come l’autore intellettuale che ha approvato l’omicidio del giornalista, nato in Arabia Saudita, ma di nazionalità statunitense, che ha scritto per il quotidiano The Washington Post. Secondo una dichiarazione di Karine Jean-Pierre, portavoce della Casa Bianca, Biden inizierà il suo viaggio in Medio Oriente in Israele, dove incontrerà i leader del Paese “per discutere di sicurezza, prosperità e crescente integrazione di Israele nella regione”.

Joe Biden
Il Presidente Joe Biden – Nanopress.it

Secondo l’alto funzionario del governo, il presidente riaffermerà anche il suo fermo impegno per la sicurezza di Israele e metterà in evidenza il supporto economico e tecnologico che fornisce al cosiddetto Iron Dome, il sistema di rilevamento e intercettazione di missili e proiettili.

“Il presidente probabilmente visiterà un’area in cui vengono utilizzati questi sistemi difensivi e parlerà di nuove innovazioni tra i nostri paesi che utilizzano le tecnologie laser per sconfiggere missili e altre minacce aeree”, ha affermato l’alto funzionario del governo.

Biden visiterà anche la Cisgiordania per parlare con il presidente palestinese Mahmoud Abbas e altri leader dell’Autorità palestinese e “ribadiscono il suo forte sostegno a una soluzione a due stati, con pari sicurezza, libertà e opportunità per il popolo palestinese”.

Da Israele, Biden si recherà a Jeddah, nell’Arabia Saudita occidentale, per il vertice del Consiglio di cooperazione del Golfo più Egitto, Iraq e Giordania (noto come GCC+3), che riunirà, su invito, nove leader della regione. del re Salman bin Abdulaziz al Saud.

“Il presidente apprezza la guida di re Salmán e il suo invito. Attende con impazienza questa importante visita in Arabia Saudita, che è stato un partner strategico degli Stati Uniti per quasi otto decenni”, si legge nella dichiarazione, che non fa alcun riferimento al principe ereditario.

Biden discuterà del sostegno alla tregua mediata dalle Nazioni Unite in Yemen, dei modi per espandere la cooperazione economica e di sicurezza regionale, nonché delle misure per “dissuadere le minacce dall’Iran, promuovere i diritti umani e garantire la sicurezza”.

La sicurezza energetica è citata come un’altra delle questioni da discutere, ma gli Stati Uniti sono preoccupati per l’evoluzione dei prezzi dell’energia, che ha fatto salire l’inflazione alle stelle, fino a un massimo degli ultimi 30 anni, e ha affondato la popolarità di Biden alcuni mesi prima delle elezioni legislative, in cui si rinnovano 34 dei 100 senatori ei 435 membri della Camera dei Deputati. Un aumento della produzione da parte dell’Arabia Saudita aiuterebbe a contenere i prezzi.