Modello 730 2015 editabile gratis e istruzioni per la compilazione

Il 730 è il modello della dichiarazione dei redditi per i lavoratori dipendenti e i pensionati. L'Agenzia delle Entrate lo ha reso disponibile in rete.

modello 730 editabile 150x150

Il modello 730 editabile gratis, con le istruzioni specifiche, è stato reso disponibile dall’Agenzia delle Entrate, al fine di agevolare la compilazione della dichiarazione dei redditi. Per i contribuenti italiani procedere alla compilazione del modello 730 non è mai cosa semplice, ma grazie alle istruzioni e alle indicazioni messe a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, le cose sono di molto semplificate. Ricordiamo che il 730 è il modello per la dichiarazione dei redditi dedicato ai lavoratori dipendenti e pensionati.

Scarica il Modello 730/2015 editabile
Scarica le istruzioni alla compilazione del modello 730/2015

Il contribuente non è tenuto a trasmetterlo personalmente all’Agenzia delle Entrate perché a questo adempimento ci pensano, a seconda dei casi, il datore di lavoro o l’ente pensionistico o l’intermediario abilitato (Caf e iscritti agli albi dei dottori commercialisti ed esperti contabili e dei consulenti del lavoro). Quando parliamo di modello 730 editabile intendiamo un formato compilabile, che può essere completato anche via internet, da stampare, firmare e presentare al datore di lavoro entro il 30 aprile o a un CAF o professionista abilitato entro il mese di maggio.

Con le stesse modalità è possibile compilare, ove necessario, anche il modello 730-1, che rappresenta la scheda per la scelta della destinazione dell’8 e del 5 per mille dell’Irpef aggiornata rispetto all’anno scorso con nuovi beneficiari dell’8 per mille.

Come funziona

Il rimborso dell’imposta arriva direttamente in busta paga (luglio) o con la rata della pensione (agosto o settembre); se dall’elaborazione del 730 emerge un saldo a debito, invece, le somme vengono trattenute direttamente in busta paga (luglio) o dalla pensione (agosto o settembre). Se lo stipendio o la pensione sono insufficienti per il pagamento di quanto dovuto, la parte residua, maggiorata degli interessi mensili (0,40%), viene trattenuta dalle competenze dei mesi successivi. Il contribuente può anche chiedere di rateizzare in più mesi le trattenute, indicandolo nella dichiarazione; per la rateizzazione sono dovuti gli interessi nella misura dello 0,33% mensile.

A chi serve

Il modello 730 può essere utilizzato per dichiarare le seguenti tipologie di reddito:

– redditi di lavoro dipendente
– redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente (per esempio, i redditi percepiti dai co.co.co e dai lavoratori a progetto)
– redditi dei terreni e dei fabbricati
– redditi di capitale
– redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita Iva (per esempio, i redditi derivanti dallo sfruttamento economico di opere dell’ingegno)
– alcuni dei redditi diversi (per esempio, i redditi di terreni e fabbricati situati all’estero)
– alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata (per esempio, i redditi percepiti dagli eredi e dai legatari)

Parole di Gianluca Rini

Da non perdere