Miller vince il GP del Giappone, Bagnaia cade nel finale

Gara bellissima ed appassionante a Motegi con la Ducati che festeggia la vittoria di Miller ma si dispera per l’erroraccio di Pecco Bagnaia che scivola nel tentativo di superare Quartararo e fa registrare un pesante zero in classifica perdendo qualche punto sul campione del mondo in carica

Jack Miller
Jack Miller – Nanopress.it

E’ un dominio assoluto quello di Jack Miller in Giappone, l’australiano della Ducati conquista cosi la sua quarta vittoria in carriera, la prima quest’anno dopo tantissime difficoltà.
Ancora una volta è la Ducati a trionfare, la scuderia italiana si dimostra devastante anche in Giappone concretizzando cosi al meglio una stagione di assoluto dominio.

Pesa tantissimo l’errore di ecco Bagnaia, il pilota torinese cade nel tentativo di superare Quartararo all’ultimo giro perdendo cosi qualche punto in classifica rispetto proprio al campione del mondo in carica.
Al termine della gara gioia e delusione nel box Ducati con Bagnaia che esce rammaricato e consapevole di aver perso una grande occasione.
Quarto posto per Marc Marquez che non riesce a confermarsi dopo l’ottima prestazione fornita nelle qualificazioni, mondiale più aperto che mai.

Vince Miller, cade Bagnaia

Tanta amarezza per il nostro Pecco Bagnaia che cade nel tentativo di superare Quartararo e perde punti importanti nella rincorsa alla vetta del mondiale.

Francesco Bagnaia
Francesco Bagnaia – Nanopress.it

Bagnaia paga la fretta di voler assolutamente superare il campione del mondo, ora il distacco da Quartararo sale a 18 punti con il pilota torinese che nel prossimo gran premio dovrà cercare a tutti i costi di ridurre il distacco.

Motegi cosi rischia di essere un circuito decisivo nella lotta al titolo, anche oggi la Yamaha di Fabio Quartararo non è sembrata impeccabile, fattore che lascia ben sperare per le prossime tappe del mondiale.
Bagnaia sta facendo una stagione straordinaria e dovrà continuare a lavorare con calma per una rimonta che anche dopo questa ingenuità rimane assolutamente possibile.

Prestazione ottima comunque da parte di Miller, bravo fin dall’inizio a prendere il comando della gara sfruttando la velocità di una Ducati anche oggi nettamente superiori alle avversarie.
Ottimismo in casa della scuderia italiana, Pecco Bagnaia ha tutti i mezzi per completare quella che sarebbe una delle rimonte più grandi degli ultimi anni.

Altra prova deludente per Marc Marquez, il campione della Honda non si conferma dopo le grandi qualificazioni svolte e perde fin da subito posizioni ed entusiasmo, le prossime gare saranno fondamentali per decidere il campione in un mondiale più aperto che mai.