Messico, uragano Earl causa morte e distruzione: almeno 40 morti

Oltre 40 morti. In arrivo altre tempeste tropicali

Messico, Tempesta Earl: frane e morti

E’ di almeno 40 morti il bilancio del passaggio dell’uragano Earl sul Messico che in poche ore ha investito lo stato di Puebla, dove si contano 29 vittime e 500 famiglie sfollate, e successivamente la regione orientale di Veracruz, provocando inondazioni e frane che hanno ucciso 11 persone.
I danni più gravi nella città di Huauchinango, a 200 km da Città del Messico, dove tra le vittime si contano anche sette bambini.

Disastro Messico: tempesta tropicale Earl

In 24 ore, “il volume delle precipitazioni è stato pari a quello di un mese”, hanno spiegato le autorità di Puebla.
Sempre a Huauchinango una frana venuta giù da una collina si è abbattuta su un villaggio uccidendo 11 persone, tra cui otto minori e tre adulti. Il governatore dello stato, Rafael Moreno Valle, è andato sul luogo e non ha escluso che il bilancio delle vittime potrebbe salire, in quanto ci sarebbero ancora 18 dispersi.
Ma Earl, che aveva già colpito Honduras e Belize, non sarà l’unica tempesta tropicale con cui il Messico dovrà fare i conti. Nei prossimi giorni è infatti atteso l’arrivo di Javier che si sta formando sul Pacifico e che potrebbe raggiungere nelle prossime ore la terraferma spostandosi attraverso lo Stato di Colima in direzione nord ovest.


!function(d,s,id){var js,fjs=d.getElementsByTagName(s)[0],p=/^http:/.test(d.location)?’http’:’https’;if(!d.getElementById(id)){js=d.createElement(s);js.id=id;js.src=p+”://platform.twitter.com/widgets.js”;fjs.parentNode.insertBefore(js,fjs);}}(document,”script”,”twitter-wjs”);

Parole di Redazione

Da non perdere