Mattarella: “Tenere aperta l’Italia è una responsabilità comune”

Per mantenere operative scuole, fabbriche e luoghi pubblici occorre una maggiore consapevolezza. A sottolinearlo è il Capo dello Stato a colloquio con la presidente greca, Katerina Sakellaropoulu

Sergio Mattarella

Foto Ivan Romano | Getty Images

Tenere aperta l’Italia è responsabilità comune”. Sono queste le parole pronunciate oggi dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, durante un colloquio al Quirinale con la presidente della Grecia, Katerina Sakellaropoulu, in visita per la prima volta dalla sua elezione a Roma.

La libertà non è un fatto individuale”, ha proseguito Mattarella, e, soprattutto in tempo di Covid, richiede “responsabilità e cooperazione”. Una condizione che abbiamo sperimentato tutti durante i mesi più difficili del lockdown, quando, per il bene collettivo, ci è stato chiesto di rinunciare ad alcune delle nostre libertà individuali.

Di fronte a una seconda possibile ondata, il presidente Mattarella ha sottolineato ancora una volta come un’assunzione di responsabilità da parte dei singoli individui possa rappresentare la strada più efficace “per prevenire e limitare i contagi”.

Mattarella: “Amiamo la libertà, ma anche la serietà”

Alla riflessione del Capo di Stato, la presidente greca ha risposto, citando la frase pronunciata da Mattarella il 14 settembre scorso, in risposta al primo ministro inglese Boris Johnson, che aveva attribuito l’elevato numero di contagi nel Regno Unito all’amore dei britannici per la libertà.

Il Presidente della Repubblica non aveva tardato a rispondere, dichiarando: “Anche noi amiamo la libertà, ma amiamo anche la serietà”. Parole che la presidente Sakellaropoulu ha voluto ricordare, sottolineando la grande serietà da parte di italiani e greci nell’affrontare la pandemia di coronavirus che ha colpito il mondo intero.

No a rallentamenti: “Occorre massima tempestività”

Il Presidente della Repubblica ha parlato anche dei rallentamenti nell’approvazione del piano che porterà all’erogazione dei fondi legati al Next Generation Eu. Nelle ultime ore è infatti arrivato dal Parlamento europeo un temporaneo stop alle trattive: “L’andamento dell’emergenza sanitaria causata dal Covid richiede all’Unione Europea la massima tempestività nella messa in campo di tutte le misure necessarie. Per questo mi auguro che siano presto superati i tentativi di rallentamento”, ha sottolineato il Capo dello Stato.

Parole di Alanews

Da non perdere